img 5464 copia 4

Le cascate Vittoria sono senza dubbio una delle più grandi attrazioni africane e tra le cascate più spettacolari al mondo. Con una lunghezza di oltre 1 km e un’altezza di oltre 100 metri, questa incredibile meraviglia naturalistica delinea con il potente flusso d’acqua il confine tra Zimbabwe e Zambia. Nel 1851, David Livingstone, un medico,  missionario ed esploratore scozzese, sentì parlare per la prima volta delle grandi cascate dalla popolazione locale, ma fu solo nel 1855 che decise di visitarle. Trascorse la notte sull’isola di Kalai a pochi chilometri a monte delle cascate scendendo a piedi dal fiume e la mattina dopo partì con una piccola canoa per avvicinarsi al “fumo tonante”. Arrivò all’isola più grande sul bordo delle cascate, ora chiamata Livingstone Island e da lì ebbe la sua prima visuale sulle cascate. La vista fu così impressionante che Livingston nel suo diario di viaggio scrisse: “Nessuno può immaginare la bellezza del panorama basandosi su qualsiasi cosa che abbia visto in Inghilterra,  ma panorami così belli dovevano  essere state visti dagli angeli in volo”. Così chiamò le cascate ” Vittoria ” in onore della regina Vittoria d’Inghilterra, ma il popolo indigeno Kalolo-Lozi aveva già il proprio nome per riferirsi alle cascate, ovvero “Mosi-oa-Tunya“, cioè il Fumo che Tuona!

Veduta dall’elicottero

Una volta giunti nella città delle cascate Vittoria, chiamata appunto Victoria Falls, si possono individuare altissime colonne di spruzzi e udire il frastuono a miglia di distanza poiché al culmine della stagione delle piogge, per una larghezza di quasi 2 km,  oltre 500 milioni di metri cubi di acqua al minuto ”precipitano” in una gola situata circa 100 metri più in basso. Il livello stagionale del fiume Zambesi cambia quotidianamente l’aspetto delle Cascate.

Vista dall’elicottero

La fine della stagione delle piogge è intorno a marzo e aprile quando la piena potenza delle cascate può essere vissuta in tutta la sua maestosità. A causa delle masse di spruzzi che salgono dall’acqua, è veramente difficile avere una piena visuale sulle cascate. La vista aerea è spettacolare, con nuvole di spruzzi che si innalzano verso il cielo formando un coloratissimo arcobaleno. Mentre le piogge diminuiscono ed il livello del fiume scende, la vista delle cascate migliora sempre di più, ma verso la fine della stagione secca, intorno a novembre e dicembre, le cascate diventano piccoli rivoli che corrono oltre il bordo e in alcuni punti avendo una larghezza di circa 1,7 km, l’acqua non cade. La gioia di visitare le cascate in questa stagione è la vista delle imponenti scogliere che formano il muro delle cascate, e la grandezza della sua gola può essere pienamente apprezzata ed ammirata. Sicuramente il miglior periodo per una visita corrisponde ai nostri mesi estivi. Ho visitato due volte le cascate Vittoria, la prima a Luglio 2010, la seconda a giugno 2017, entrambe le volte unite ad un viaggio in Botswana.

Zimbabwe – viewpoint nr.1

Visitare le cascate è molto semplice: dopo la biglietteria, superato l’ingresso c’è un sentiero asfaltato che porta a 16 punti d’osservazione. Il suggerimento è di iniziare la tua visita al punto di vista n. 1 (la statua di David Livingstone) e terminarlo al punto di vista n. 16 (il ponte della ferrovia). Senza dubbio preparati per essere completamente inzuppato dagli spruzzi continui delle cascate nei vari punti d’osservazione e lungo il tuo percorso! Per questa straordinaria visita ci si impiega all’incirca 1 ora e 30 minuti.  Puoi anche visitare  le cascate lato Zambia, dove il punto d’osservazione speciale si trova sul ponte di Knife-edge: qui i visitatori possono avere la visuale migliore della Eastern Cataract e delle Cascate principali così come il cosiddetto ”Boiling Pot”, dove il fiume gira e scende nella gola di Batoka. La parte lato Zambia è meno spettacolare della parte dello Zimbabwe, quindi se non hai abbastanza tempo puoi tranquillamente saltarla.

Lato Zambia – ponte knife-edge

Trascorrendo più giorni in questo magnifico luogo si ha l’opportunità di godersi altre attività e la sua area selvaggia in tutto il suo splendore.

Volo in elicottero

In entrambe le mie visite  ho fatto questa indimenticabile esperienza. Se vuoi un consiglio non lasciarti sfuggire questa occasione che senza ombra di dubbio ne rimarrai pienamente soddisfatto. Vedere le cascate dal cielo è mozzafiato, avrai la possibilità di osservarle sia sul lato destro che sinistro in entrambe le direzioni, con la possibilità di grandi riprese video e fotografiche. Un viaggio lungo il fiume Zambesi e sul Parco Nazionale dello Zambesi completerà la tua esperienza di volo. Ci sono alcune compagnie di elicotteri che ti offrono diverse opzioni di volo con prezzi e durata differenti. Il mio volo è stato effettuato dalla compagnia Bonisar ( http://www.bonisair.com/ ) ed ho pagato 150$ per circa 15 minuti di volo.  Ad ogni modo chiedi informazioni dove alloggi, tutte le sistemazioni si appoggiano alle compagnie locali e potranno organizzare il volo o qualsiasi altra attività.

View from elicopter

Crociera sullo Zambesi al tramonto

Navigare lungo il fiume Zambesi al tramonto all’interno dei parchi nazionali del Mosi-oa-Tunya e  dello Zambesi, osservando la ricca fauna selvatica è sicuramente un’opzione da tenere in considerazione. È possibile avvistare le  scimmie ”black-faced vervet”  che balzano tra gli alberi, grandi ippopotami che sguazzano nelle pozze, elefanti che scendono lungo le sponde del fiume per abbeverarsi, coccodrilli del Nilo che riposano lungo le rive e molto altro ancora, tutto condito dai colori del magnifico tramonto africano. Chiedi al tuo hotel di organizzare la crociera o cammina lungo la strada principale dove troverai tutti gli operatori locali che organizzano i tour.

Sunset cruise along Zambesi river

Bunjee jumping

Se sei abbastanza coraggioso e ti piacerebbe vivere 4 secondi di caduta libera e 111 metri di pura adrenalina con uno spettacolare sfondo sulle maestose Cascate Vittoria, vai dritto al famoso Victoria Falls Bridge, sulla strada che porta verso lo Zambia. Qui c’è uno stand dove puoi prenotare il tuo bungee jumping, indubbiamente uno dei più panoramici e unici del mondo.

Informazioni

Come arrivare: il modo più semplice è in aereo da Johannesburg. Vicino alle cascate ci sono 2 aeroporti, l’aeroporto di Victoria Falls (lato Zimbabwe) e l’aeroporto di Livingstone (lato Zambia).

Dove dormire: il posto migliore è Victoria Falls Town, qui c’è un’ampia gamma di sistemazioni, dai campeggi fino a costosissimi lodge. Io ho dormito al Victoria Falls Rest Camp (www.vicfallsrestcamp.com). Presso la reception, si trova una piccola agenzia di viaggi che offre e organizza tutti i viaggi e le attività in questa area. Lungo la strada principale troverai anche alcuni ristoranti (ho mangiato al ristorante Mama Africa). Se vuoi provare un’esperienza più sofisticata, prova il ristorante Boma.

Prenotazione: puoi prenotare le tue attività direttamente presso il tuo hotel o con qualsiasi operatore turistico in città lungo la via principale.

Itinerario: ho trascorso presso le cascate Victoria 2 giorni intensi: il primo ho visitato la parte dello Zimbabwe al mattino, poi ho fatto il volo in elicottero nel pomeriggio; il secondo giorno ho visitato il lato dello Zambia e nel pomeriggio ho fatto la crociera al tramonto. Le cascate Victoria sono anche il posto migliore per iniziare un viaggio in Botswana: a soli 80 km da qui possiamo raggiungere Kasane e il Parco Nazionale del Chobe.

Video del volo sulle cascate: https://www.travelwithbrothers.com/zimbabwe-videos/

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *