Cosa fare e vedere a Bangkok – Le migliori attrazioni della metropoli Thailandese

Bangkok è ricca templi e santuari, mercati animati, musei, quartieri vivaci, centri commerciali e bar alla moda, una metropoli vasta ed eclettica che ha veramente molto da offrire. La maggior parte delle principali attrazioni sono poco distanti l’una dall’altra, perciò, anche se decidete di trascorrere a Bangkok una sola giornata, non rimarrete di certo delusi.

Un giorno a Bangkok – Itinerario  consigliato

L’itinerario di seguito prende in considerazione le attrazioni principali di Bangkok che si trovano non distanti tra loro e perciò facilmente raggiungibili con una breve corsa in taxi, tuk-tuk o Grab car. Seguendo questo percorso, in alcuni casi potrete anche usare la MRT underground. Scaricate la smartapp Moovit per calcolare il percorso più breve e vedere i mezzi di trasporto da prendere. Cominciando la vostra visita di prima mattina (cioè entrando al Grande Palazzo Reale alle 8.30), potrete anche aggiungere la visita di altre interessanti attrazioni che si trovano sempre in questa area della città.

1. Il Grande Palazzo Reale e Wat Phra Kaew

Il Grande Palazzo Reale, fu appunto la residenza reale fino al 1925, ed è senza dubbio l’attrazione più importante di Bangkok, famoso per i suoi imponenti palazzi e strabilianti architetture. All’interno del complesso si trova il Wat Phra Kaew, un antico tempio costruito nel 1785 che ospita una delle immagini di Buddha piu’ venerate di tutta la Thailandia, il Buddha di smeraldo.

Orari di apertura: 8.30-15.30. Ingresso: 500 baht.

Come raggiungere il Palazzo Reale: il modo migliore per raggiungere il Palazzo Reale è con un taxi o Grab car. Se il vostro hotel si trova nelle vicinanze di una stazione MRT della linea Blu, la fermata più vicina è Sanam Chai (si trova vicino al Wat Pho). Da qui potete camminate per 15 minuti oppure prendere un tuk-tuk.

Come vestirsi per la visita ai templi e complessi religiosi: quando si visitano templi o santuari, è necessario vestirsi in modo adeguato in segno di rispetto. La regola generale è di coprire spalle e ginocchia. Evitare pantaloni corti, minigonne, pantaloni attillati, costume da bagno, canottiere, abiti scollati o trasparenti.

Bangkok, the Royal Palace
Bangkok, il Grande Palazzo Reale

2. Wat Pho

A pochi minuti dal Grande Palazzo Reale, troverete il Wat Pho, un’altra attrazione da non perdere. Questo enorme tempio buddista è uno dei più antichi di Bangkok ed al suo interno sono conservate più di mille statue ed immagini di Buddha. Il tempio è soprattutto famoso perchè ospita una statua del Buddha sdraiato lunga 46 metri e alta 15 metri. Molto particolare la pianta dei piedi della statua che è abbellita con intricate decorazioni in madreperla. All’interno del complesso religioso troverete anche una delle più rinomate e antiche scuole di massaggi della Thailandia (fondata nel 1955) che offre servizi di massaggio ai visitatori.

Orari di apertura: dalle 8 alle 18.30. Ingresso: 200 baht.

Come raggiungere il Wat Pho: dal Palazzo Reale si raggiunge in pochi minuti a piedi, ma se non vi va di camminare, potete prendere un tuk-tuk.

Suggerimenti: se il vostro tour inizia di prima mattina, dopo il Wat Pho potete inserire la visita del Wat Suthat (punto 7) ed il Wat Saket (punto 8). Terminata la visita dei due templi, prendete un tuk-tuk per raggiungere Chinatown.

Bangkok, the reclining Buddha in Wat Pho
Bangkok, il Buddha reclinato all’interno del Wat Pho

3. Chinatown

Lasciato il Wat Pho, con una breve corsa in tuk-tuk raggiungerete Chinatown, il quartiere più folcloristico e antico di Bangkok. Il “cuore pulsante” di Chinatown è Yaowarat Road e i suoi affollatissimi vicoli. Yaowarat Road è lunga 1.5 chilometri, brulica di negozi che vendono veramente qualsiasi oggetto e cianfrusaglia , ristoranti e bancarelle dove provare il delizioso street food (inclusi coccodrilli, ragni, scorpioni, vermi, insetti). Altre attrazioni da non perdere sono il mercato di Sampeng, un mercato labirintico che vende praticamente tutto; il Wat Chakawat Ratchawat, noto come Tempio del Coccodrillo; il Wat Traimit, famoso per la sua statua di Buddha completamente in oro massiccio. 

Come raggiungere Chinatown: se non volete prendere un taxi/tuk-tuk, dal Wat Pho recatevi alla fermata MRT Sanam Chai e e scendete alla stazione MRT di Hua Lamphong. Da qui, in pochi minuti raggiungerete il Wat Traimit. Se non siete interesssati alla visita del tempio, scendete alla stazione MRT Wat Mangkon e raggiungete a piedi Yaowarat road.

Suggerimenti: Se rimanete più giorni a Bangkok, tornate a Chinatown di sera quando il quartiere diventa vivace e molto più affascinante con le sue mille luci e odori, bancarelle e locali che affollano le sue vie.

Bangkok, the lights of Chinatown
Bangkok, Yaowarat Road

4. Wat Traimit (Chinatown)

Alla fine di Yaowarat Road, all’estremità sud-ovest di Chinatown, si trova il Wat Traimit, uno dei templi più importanti e apprezzati di Bangkok. Questo tempio buddista è ben noto per la sua immagine di Buddha, che è fatta d’oro massiccio e pesa poco più di 5 tonnellate  ed è alta 3 metri. Si dice che la statua del Buddha sia la più grande statua in oro massiccio al mondo.

Orari di apertura: 8: 00-17: 00. Ingresso: 100 baht.

Come raggiungere il Wat Tramit: dal Wat Pho potete prendere un tuk-tuk o taxi/grab car, ma se volete usare la MRT underground, recatevi alla stazione Sanam Chai e scendete a Hua Lamphong. Da qui camminate per una decina di minuti o prendete un tuk-tuk. Lasciato il tempio, incamminatevi lungo Yaowarat road per raggiungere il Wat Chakawat, poi il vicino Sampeng market e perdervi nei vicoli lungo la via principale.

Suggerimenti: dato che il tempio si trova alla fine di Yaowarat road, potete iniziare la visita di Chinatown da qui per poi risalire.

5. Wat Arun

Tornando verso il Wat Pho e camminando per soli 10 minuti, raggiungerete il molo di Tha Tian. Con un breve traversata in barca (costa 4 baht) sul fiume Chao Phraya, arriverete al Wat Arun, noto anche come Tempio dell’Alba. Il complesso di questo vecchio tempio buddista presenta numerose statue ed edifici, ed è caratterizzato da cinque imponenti monumenti costruiti in stile Khmer (simili a delle guglie) chiamati “Prang”, di cui il più alto misura oltre 70 metri. Un’altra caratteristica unica del tempio sono le decorazioni dei Prang fatte di porcellana cinese e piastrelle di ceramica colorate.

Orari di apertura: 8: 00-18: 00. Ingresso: 50 baht.

Come raggiungere il Wat Arun: Il tempio si trova sulla sponda ovest del fiume Chao Phraya. Da Chinatown prendete un tuk-tuk per arrivare al molo Tha Tian (si trova dietro al Wat Pho) da dove partono le imbarcazioni che attraversano il fiume. Con una brevissima corsa arriverete al molo posto nelle vicinanze del Wat Arun.

Suggerimenti: il Wat Arun al tramonto è molto suggestivo ma per godere di una veduta spettacolare potete riattraversare il fiume fino al molo Tha Tian e sedervi in uno dei ristorantini/localini con terrazza panoramica lungo fiume per bere una birra fresca o cenare ed aspettare che il sole scompaia all’orizzonte.

Bangkok, Wat Arun
Bangkok, Wat Arun

6. Khao San Road

Tappa finale del tour è Khao San Road, indubbiamente la strada più conosciuta di Bangkok, paradiso per i backpacker e per tutti i giovani in cerca di divertimento e vita notturna. Questa strada lunga un chilometro è piena zeppa di ristoranti, artisti di strada, bancarelle che vendono street food (anche insetti fritti), centri per massaggi, bancarelle, negozietti e soprattutto bar e club con “bad girls” pronte ad accalappiare i turisti con happyhour e free drink. È anche la zona migliore per trovare hotel e ostelli economici. Durante il giorno è solo una strada tranquilla, ma di notte si trasforma nella via più vivace, rumorosa e pacchiana via di Bangkok.

Come raggiungere Khao San Road: dalla zona del molo Tha Tian prendete un taxi o un tuk tuk e in 10 minuti arriverete a Khao San. In questa area non troverete fermate MRT o BTS perciò anche per tornare al vostro hotel dovrete prendere un taxi.

Suggerimenti: Khao San Road è veramente affollatissima, e se decidete di cenare qui, cercate qualche ristorante nelle vicinanze.

Bangkok, Khaosan road
Bangkok, Khao San road

Altre attrazioni a Bangkok

7. Wat Suthat

Questo tempio buddista fu costruito all’inizio del XIX secolo per ospitare la grande statua del Buddha Phra Sri Sakyamuni, alta circa 7 metri, e consiste in due edifici principali. Vanta meravigliosi affreschi che riempiono tutte le stanze dal pavimento al soffitto e pannelli delle porte finemente intagliati e scolpiti. Proprio di fronte all’ingresso di Wat Suthat, c’è  un’altalena gigante (Giant Swing) alta 21 metri. È costruita in legno di teak e veniva usata nella cerimonia annuale del Brahman per celebrare e ringraziare Shiva. Gli uomini utilizzavano l’altalena  nella speranza di raggiungere una borsa d’oro appesa in cima a un palo alto 25 metri.

Orari di apertura: 8: 00-16: 00. Ingresso: 100 baht.

Come raggiungere il Wat Suthat: il tempio si trova nel quartiere di Banglamphu, non distante da altre attrazioni come il Grande Palazzo Reale, il Wat Pho e Chinatown.  La stazione MRT piu’ vicina è Sam Yot (5 minuti di tuk-tuk).

Suggerimenti: Wat Suthat non è un tempio dei più blasonati ma sicuramente uno dei piu’ belli. Se rimanete alcuni giorni a Bangkok non perdetevi la visita. Se avete solo una giornata a disposizione, potete partire di buon mattino ed aggiungerlo al vostro tour subito dopo aver visitato il Palazzo Reale ed il Wat Pho oppure dopo aver completato la visita di Chinatown, prima di prendere l’imbarcazione per andare al Wat Arun. Dal Wat Pho, prendendo un tuk-tuk/taxi ci si impiega solamente una decina di minuti. Potete anche raggiungerlo a piedi (circa 1.5 km). Poco distante dal Wat Suthat, raggiungibile con una breve corsa in tuk-tuk, si trova il Wat Saket.

8. Wat Saket (il Monte dorato)

Situato sulla cima di una collina alta circa 80 metri, il Wat Saket è un tempio storico, risalente al periodo successivo di Ayutthaya, ed è stato un sito importante per le cremazioni. È anche noto come il monte d’oro poiché sulla collina sorge uno stupa dorato alto 100 metri. All’interno dello stupa sono contenute delle reliquie del Buddha. Il tempio offre una splendida vista a 360° sui monumenti di Bangkok e suoi grattacieli. Dall’alto, guardando verso ovest, è possibile vedere il Palazzo Reale ed il Wat Arun. Per raggiungere la cima dovete salire 344 gradini, ma tranquilli, non è affatto impegnativo. Lungo il percorso, noterete molte campane di varie dimensioni e anche un gong. Prima di iniziare la salita, c’è un piccolo cimitero attorno alla collina, nascosto tra alberi e cespugli. Qui si trovano lapidi, piccoli santuari e statue di Buddha.  Alla base della collina ci sono altri edifici religiosi come una sala della preghiera, una biblioteca ed una sala per la celebrazione di cerimonie rituali.

Orario di apertura: 8: 00-19: 00; Ingresso: 50 baht.

Come raggiungere il Wat Saket: la fermata MRT più vicina è Sam Yot a circa 2 km dal tempio. Il Wat Saket si trovo poco distante dal Wat Suthat.

9. Mercato notturno di Patpong

Patpong si trova nel famoso quartiere a luci rosse di Bangkok (area di Silom) ed è sicuramente il mercato notturno più popolare della città. Attira molti turisti perché tra le sue centinaia di bancarelle, oltre ai souvenir, si trovano abiti/vestiti di marchi di alta moda contraffatti, ed altri falsi come borse, orologi, cinture, dvd, cd e tantissimi altri accessori. Questa zona è ovviamente sempre affollata anche per il business a “luci rosse” perchè è ricca di locali di spogliarelliste e go-go bar che offrono il famoso “ping pong show”.

Orario di apertura: 18:00 – 1:00.

Come raggiungere il mercato di Patpong: il mercato si trova nell’area di Silom ed è facilmente raggiungibile a piedi in pochi minuti dalla stazione BTS di Sala Daeng. Potete anche prendere la MRT underground e scendere alla stazione di Silom (connessa con quella BTS di Sala Daeng) o a Sam Yan e camminare poi per una decina di minuti.

Suggerimenti: ovviamente questo mercato è per turisti e meno autentico di tutti gli altri, ma comunque molto particolare proprio perché si trova nel quartiere a luci rosse.

Fate attenzione alle truffe Le ragazze/ragazzi all’ingresso dei localini a luci rosse cercheranno di attirarvi all’interno proponendovi  lo spettacolo per pochissimi baht con drink compreso. Ovviamente non è cosi’, perché una volta che andrete a pagare, vi arriverà un conto salato.  Se provate a discutere, sarete molto probabilmente dissuasi dai “gorilla” del locale”. Una volta fuori, non troverete piu’ la persona che vi ha fatto “l’imperdibile” offerta. Perciò, in caso siate cosi’ curiosi da non poterne fare a meno, preparatevi a spendere una bella cifra (di solito il prezzo del vostro cocktail, tra una scusa e l’altra, arriverà a 2500 baht). Cercate sul web “Patpong scams” e troverete i racconti di parecchie persone truffate. Anche i venditori vi proporranno la loro merce (soprattutto quella contraffatta) a prezzi molto “turistici” percio’, se vi interessa qualcosa, contrattate e contrattate. Do norma il mercato è una zona tranquilla, ma se rimanete a tarda notte fate comunque  attenzione alle vostre borse/portafogli soprattutto quando girate nei dintorni.

10. Crociera sul fiume Chao Phraya

Una crociera sul Chao Phraya è un modo alternativo per vedere alcune attrazioni (Grande Palazzo Reale, Wat Pho, Wat Arun) e lo scintillante skyline di Bangkok dalla prospettiva del fiume. Molto interessante è anche la visita dei vari canali per scoprire come vivono e si muovono gli abitanti di Bangkok che abitano le sponde del Chao Phraya.  Molti tour operator offrono una crociere al tramonto con cena inclusa per  per godersi la bellezza di Bangkok al calar del sole e di notte quanto i suoi grattacieli e monumenti sono illuminati. Potete prenotare la crociera attraverso le piattaforme web Klook.com, GetYourGuide.com, Viator.com o andando direttamente al River City Bangkok Mall, un enorme centro commerciale alla moda dove troverete un lungofiume da dove partono le crociere. In alternativa,  cercate un pescatore o un barcaiolo (spesso si avvicinano loro quando vedono turisti) in uno dei numerosi moli lungo il fiume per godervi i canali più autentici del Chao Phraya con una barca più piccola. Noi abbiamo trovato un barcaiolo direttamente al molo “Oriental” a Silom, vicino al nostro hotel, e fatto un bellissimo giro anche nei canali.

11. Mercato di Chatuchak (Sabato-Domenica)

Chatuchak è il nostro mercato preferito e uno dei più grandi “mercati delle pulci” al mondo. Questo mercato è un must per i turisti, un vero labirinto con oltre 10 mila bancarelle e negozi dove si riversano migliaia di locali. Chatuchak offre una vasta gamma di prodotti nuovi e usati, dai souvenir e regali ai fiori, opere d’arte e dipinti, prodotti d’artigianato, vestiti di ogni genere, libri, mobili, scarpe, articoli per la casa, animali e molto altro ancora. Da non perdere assolutamente i piccoli ristorantini e le bancarelle che vendono tipico street food Thailandese (assaggiate il maiale alla griglia!). Tutte le aree del mercato sono aperte solo il sabato e la domenica.

Come arrivare: proprio di fronte all’entrata sud del mercato troverete la fermata MRT della linea Blu Khampaeng Phet. Le fermate BTS più vicine sono Mo Chit (10 minuti a piedi) e Saphan Khwai (10 minuti con tuk-tuk).

Suggerimenti: il mercato è enorme, ci vogliono diverse ore per girarlo completamente, perciò cercate di raggiungerlo di prima mattina durante le ore più fresche. In genere le bancarelle non espongono prezzi, perciò contrattate se siete interessati a qualcosa. E non perdetevi il delizioso street food! Il mercato ha servizi igienici, ma c’è  anche un grosso centro commerciale proprio di fronte all’entrata lato ovest.

12. Casa-Museo Jim Thompson

Questo museo è l’antica dimora di un imprenditore americano di nome Jim Thompson, che rese famosa la seta thailandese in tutto il mondo dopo la seconda guerra mondiale. Il Museo è oggi composto da sei case Thailandesi tradizionali del XIX° secolo costruite in legno di teak ed immerse in un’oasi di verde e silenzio. Il  giardino ed alcune aree sono in visita libera, mentre per accedere alla residenza privata di Jim Thomson sono disponibili solo visite guidate (molto frequenti). Il museo ospita una magnifica collezione di arte asiatica e molte altre mostre uniche tra cui vasi di porcellana, tappeti, dipinti, gioielli e statue estremamente rari. All’interno troverete anche un ristorante ed un negozio che vende prodotti in seta.

Orari di apertura: 9: 00-18: 00. Ingresso: 200 baht.

Come raggiungere il museo: é ubicato nel quartiere Siam e nelle sue vicinanze troverete le fermate BTS National Stadium e Ratchathewi. La stazione MRT piu’ vicina è Phaya Thai, da qui prendete un tuk-tuk (circa 10 minuti).

13. Parco Lumpini

Questo grande parco è il polmone verde di Bangkok, un luogo perfetto per tutti coloro che vogliono fuggire dal traffico caotico della città in cerca di pace e relax. Il parco è famoso tra gli amanti delle passeggiate in mezzo al verde e delle attività ricreative all’aperto come esercizio fisico (c’e’ una piccola palestra all’aperto), jogging e ciclismo. Sul lato ovest del parco si trova  un lago dove è possibile noleggiare pedalò e trascorrere qualche ora in completo relax.

Come raggiungere il Parco Lumpini: si trova nel distretto di Silom e in prossimità dell’angolo sud ovest si trova la stazione della MRT underground di Silom e la stazione BTS di Sala Daeng (connesse l’una con l’altra).

14. Mercato Pak Khlong Talat (Mercato dei fiori)

Pak Khlong Talat è il più grande mercato di fiori all’ingrosso della Thailandia, un vero paradiso per gli amanti di piante e fiori. In questo colorato e profumatissimo mercato vi perderete tra migliaia di orchidee, interminabili file di rose, margherite, tulipani, bocche di leone, garofani, gelsomini, crisantemi, calendule, ghirlande,  e tantissimi altre composizioni floreali. Il mercato ha anche sezioni che vendono frutta e verdura fresca, spezie ed erbe. Il momento migliore per godersi questo mercato unico è al mattino presto perché i commercianti ricevono i fiori durante la notte.

Orario di apertura: 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana.

Come raggiungere il mercato dei fiori: il mercato si trova lungo le sponde del fiume Chao Phraya, non distante dal Wat Pho. La fermata della MRT underground più vicina è Sanam Chai (10 minuti a piedi).

Suggerimenti: se siete amanti dei fiori potete inserire la visita del mercato anche se avete solamente una giornata intera a disposizione. Essendo aperto 24 ore su 24, raggiungetelo al mattino presto verso le 7.30 prima di recarvi al Grande Palazzo Reale.

15. Wat Intharawihan

Il Wat Intharawihan fu costruito nel 1782 ed è ben noto per la sua gigantesca immagine del Buddha in piedi alta ben 32 metri e 10 di larghezza, chiamata dagli abitanti del luogo Luang Pho To. La costruzione della statua del Buddha fu iniziata nel 1867 e completata dopo 60 anni. Si dice che la statua possieda un potere miracoloso di conferire benedizioni con successo ai devoti. Una volta raggiunto il tempio, noterete molte locali che fanno offerte ai piedi del gigantesco Buddha, portando fiori, oggetti e bruciando bastoncini di incenso.

Orari di apertura: 8.30 – 20.00. Ingresso: 40 baht

Come raggiungere il Wat Intharawihan: il tempio si trova nel quartiere di Phra Nakhon (nord di Banglamphu) e l’unico modo per raggiungerlo è con un taxi/Grab car poiché non ci sono fermate MRT o BTS.

16. Aperitivo in un Rooftop Bar

Sorseggiare un cocktail in uno dei tanti bar sul tetto a Bangkok e godersi lo splendido paesaggio urbano al tramonto è qualcosa da non perdere. I nostri rooftop bar preferiti sono il Vertigo (Banyan Tree Bangkok), Sky Bar – Lebua at State Tower, Octave Rooftop Bar (Marriott Hotel Sukhumvit), Cielo Rooftop Skybar, Zoom Skybar – Anantara Sathorn, The Rooftop Bar (Baiyoke Sky Hotel -uno dei più alti). Gli Skybar sono di solito all’interno di hotel eleganti; ricordatevi di controllate le regole di accesso perché esiste un codice di abbigliamento.

Bangkok, view from Lebua State Tower skybar
Bangkok,  veduta dal Lebua State Tower skybar

17. Provare lo street food

Il delizioso cibo thailandese è uno dei nostri preferiti ed a Bangkok troverete ristoranti economici, mercati e bancarelle di street food quasi ovunque. Le migliori aree dove provare lo street food thailandese sono Chinatown, Khao San, Silom and Sathorn road, Banglamphu, Thonburi (mercati di Talad Phlu e Wang Lang), Soi 38 (Sukhumvit). Durante il fine settimana, troverete anche ottimo street food al mercato di Chatuchak. I nostri piatti preferiti sono Pad Thai Kung (spaghetti di riso con gamberi), Khao Pad (riso fritto con gamberi e ananas), steeky rice (riso) con mango, Khao Mun Gai (pollo al vapore con riso), Gai/Moo Bing (pollo/maiale alla griglia) , Pad Krapao Moo (maiale e basilico), Pla Pao (pesce alla griglia con sale). Un’altra specialità della cucina thailandese sono gli insetti fritti, in particolare vermi del bambù, ragni, larve, formiche rosse, grilli, scarafaggi e scorpioni. Se siete coraggiosi o semplicemente curiosi di provare questa prelibatezza locale, le migliori aree dove trovare bancarelle che vendono insetti sono Khao San Road, Soi Cowboy (Sukhumvit), mercato di Patpong, mercato Pahurat, mercato Klong Toey e la strada vicino al molo di Phra Athit a Banglamphu.

Suggerimenti: la piattaforma web Klook.com offre delle interessantissime visite guidate per provare il miglior street food di Bangkok. Cliccate qui per vedere tutti gli street food tour.

Come muoversi – Tour privati

Visitare i numerosi monumenti di Bangkok è abbastanza facile. Potete spostarvi in taxi, prenotare un taxi privato scaricando l’applicazione Grab Car, prendere lo skytrain (BTS), l’autobus e la metropolitana (MRT). Il bus è il mezzo piu’ scomodo perchè vi farà ovviamente perdere molto tempo. Scaricate l’applicazione Moovit, una delle migliori smart app per calcolare i percorsi con mezzi locali. Per maggiori informazioni, leggete la nostra guida turistica di Bangkok.

In alternativa, se avete poco tempo o volete stare più comodi senza preoccuparvi di nulla,  potete anche prenotare un tour condiviso/privato attraverso le piattaforme web come Viator.com, GetYourGuide.com o Klook.com che offrono una vasta scelta di tour giornalieri e attività in questa strabiliante metropoli.

Klook.com

Write A Comment