Il cratere di Ngorongoro è il più grande cratere vulcanico collassato del mondo, venti chilometri di bellezza naturale isolata ad un’altitudine di 2.286 metri sul livello del mare. È una delle destinazioni più spettacolari in Africa, un fiore all’occhiello della Tanzania con i suoi paesaggi incredibili e soprattutto con la sua grande presenza di aninali. Il cratere faceva parte del famoso Parco Nazionale del Serengeti fino al 1959, dopo di che venne creata l’Area di Conservazione di Ngorongoro che oggi, con i suoi 8.300 chilometri quadrati, vanta tre spettacolari crateri vulcanici, la gola di Olduvai, zone di ampia savana e  foresta.

Veduta del cratere

L’area di conservazione è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1979 e nel 1981 anche Riserva internazionale della biosfera. Milioni di anni fa, il cratere era un vulcano attivo ma il suo cono è crollato, formando un cratere profondo 610 metri, con i lati così ripidi che è diventato un recinto naturale per un’ampia varietà di fauna selvatica. Una popolazione di circa 25.000 animali vive nel cratere e ne fa l’attrazione principale durante i safari nella Tanzania settentrionale. Questa grande quantità di animali include i pochi rimanenti  rinoceronti neri in grave pericolo di estinzione ed anche gli  ippopotami che di solito sono molto rari nell’area.

Leonessa che si abbevera lungo il ciglio di un torrente

Qui si avvistano anche gnu, zebre, eland,  gazzelle di Thomson, ghepardi, iene, sciacalli, serval, volpi dalle orecchie di pipistrello, gnu, hartebeest, waterbuck e facoceri. Il cratere ha anche la più densa popolazione di leoni conosciuta. Sul bordo del cratere si trovano leopardi, elefanti, reedbuck di montagna e bufali. Al centro del cratere,  alimentato dal fiume Munge, si trova il Lago Magadi, un lago di soda dove spesso si trovano stormi di fenicotteri e una varietà di circa 400 specie di uccelli. Più di 100 specie di uccelli che non si trovano nel Parco Serengeti sono stati avvistati qui.

Stormo di fenicotteri

Ho trascorso una giornata intera esplorando questa magnifica area e mentre scendevo nel cratere, il paesaggio di fronte a me era spettacolare: prati che si mescolano a paludi, laghi, piccoli corsi d’acqua, boschi e montagne che formano il suo ripido ed alto bordo. Questo è un paradiso per la fauna selvatica e si puo’ veramente avvistare qualsiasi tipo di animale. Sfortunatamente, anche se il rinoceronte vive qui, non è così facile da individuare perché il cratere è molto grande.

Ghepardo

Una volta raggiunta la zona del Lago Magadi, ho avvistato un gran numero di fenicotteri, ippopotami e altri bellissimi uccelli acquatici. Ho fatto una sosta per il pranzo alle Ngoitokitok Springs (una delle 2 aree in cui è possibile fermarsi) che si trova nella parte sud-orientale del parco, conosciuta come la “piscina dell’ippopotamo”, quindi ho proseguito lungo le piste del cratere  con la fortuna di avvistare un ghepardo che riposava a bordo strada  ed una leonessa  che beveva lungo la riva di un piccolo ruscello. Alla fine è stata una giornata indimenticabile e senza dubbio uno del parco nella mia top 5 list !

Hyena che si rinfresca in una pozzanghera

Informazioni

Website: http://www.ngorongorocrater.org/

Informazioni sul cratere: Il cratere di Ngorongoro è aperto dalle 06.00 alle 18.00. Ci sono tre principali vie che danno accesso al Cratere: la strada principale di discesa denominata Seneto (a senso unico) si trova sul lato nord-occidentale del cratere e la strada principale di salita denominata Lerai (anch’essa a senso unico) sul bordo meridionale appena ad est della foresta Lerai. L’altro si trova nell’angolo nord-est del cratere e si chiama Lemala (in entrambe le direzioni). Tutti i visitatori del cratere di Ngorongoro devono essere accompagnati da una guida autorizzata.

Quando andare: la stagione delle piogge dura da novembre a maggio, mentre la stagione secca va da giugno a ottobre. Giugno e luglio sono anche i mesi più freddi dell’anno. La stagione secca è il momento migliore per i safari perché gli animali sono concentrati lungo le fonti d’acqua permanenti.

Dove dormire: la maggior parte dei lodge si trova sul bordo del cratere e offre spettacolari vedute ed una posizione perfetta per ammirare uno splendido tramonto africano. L’unico campeggio situato lungo il bordo del cratere è il “Simba campsite”.

 

Zebre e Gnu alla ricerca di acqua

Write A Comment