Alla scoperta dello storico villaggio di  Pilgrim’s Rest

Se stai visitando il Blyde River Canyon, vale la pena fare una breve sosta nella piccola città-museo di Pilgrim’s Rest. La storia di questo affascinanete luogo risale al 1873, quando sconosciuti minatori raggiunsero le montagne nei dintorni della città di Sabie, nella provincia di Mpumalanga, alla ricerca dell’ oro.

 Edifici di Pilgrim’s Rest

Alcuni di questi cercatori trovarono ricchi giacimenti d’oro proprio lungo il “Pilgrim’s creek”, un piccolo affluente del fiume Blyde, e la notizia di un ricco e facile guadagno fece arrivare in questa zona numerosi altri cercatori innescando la prima grande corsa all’oro in Sudafrica. Nacque cosi’ il piccolo villaggio di Pilgrim’s Rest che fu dichiarato giacimento aurifero il 22 settembre 1873. Verso la fine dell’anno , il piccolo villaggio contava già piu’ di 1500 cercatori. L’oro veniva recuperato dai ruscelli, dalle rive del fiume e dei torrenti per mezzo di setacci. 

La piccola Chiesa Gotica di Pilgrim’s Rest

Si stima che durante i primi sette anni, lungo la valle siano stati estratti 2 milioni di rand d’oro. Pilgrim’s Rest era il centro sociale e commerciale degli scavi che comprendevano i giacimenti superiori, medi e inferiori. Nel 1896 edifici permanenti sostituirono le tende e nel periodo 1930-1950 furono estratte in media 300.000 tonnellate d’oro all’anno. Nel 1972 l’ultima miniera in funzione a Pilgrim’s Rest cessò l’attività, ed il villaggio divenne poi un sito del patrimonio culturale del Paese ed un vero e proprio un museo va cielo aperto.

Il vecchio cimitero di Pilgrim’s Rest
Dredzen Shop Museum, Pilgrim’s Rest
L’interno del Dredzen shop Museum, Pilgrim’s Rest
  • Cosa fare e vedere a Pilgrim’s Rest

Il villaggio è molto piccolo e si visita facilmente con una bella passeggiata. I musei piu’ interessanti sono la Casa Vittoriana (una tipica casa locale risalente al 1913), il negozio-museo Drezden (una drogheria che espone antichi oggetti risalenti alla corsa dell’oro), il Central Garage Museum (espone una collezione di veicoli antichi ed al suo interno c’è una piccola agenzia), il Museo della Stampa (l’antica tipografia). È anche interessante visitare (solo visite guidate) il museo Alanglade Period House (residenza del gestore della miniera fino al 1972) e il Diggins Site Museum (un’autentica ricostruzione di come era la valle).

Il biglietto generale per visitare Musei (e prenotare le visite guidate) va acquistato direttamente al Centro Informazioni.

Pilgrim’s Rest si trova a 40 km da Sabie e 15 km da Graskop, dove troverete un’ottima scelta di sistemazioni per tutte le tasche. In caso, potete anche dormire a Pilgrim’s Rest al Royal Hotel  o la Berettas Guest House. In paese troverete anche qualche ristorantino come The Stables, il Digger’s Dan, lo Scott’s cafè, il Pingrim’s Pantry e il Vine restaurant & Johnny’s Pub.

Il Museo della Stampa, Pilgrim’s Rest
Central Garage Museum, Pilgrim’s Rest
Un vecchio carrello ferroviario, Pilgrim’s Rest

Write A Comment