L’autobus da Malacca arriva a City plaza, poi su Gelang road prendo immediatamente un autobus locale per raggiungere l’Hotel Victoria, situato lungo la centrale Victoria Street. Sono quasi le 4 del pomeriggio, lancio immediatamente lo zaino sul letto, pronto per esplorare una delle più piccole isole città-stato del mondo: Singapore !! Passando accanto al lussuoso Raffles hotel ed al war Memorial Park, raggiungo il luogo piu’ famoso di Singapore,  la bellissima Marina Bay. Circondata da grattacieli , la baia è famosa in tutto il mondo per l’iconico Marina Bay Sands Hotel e la sua piscina a sfioro all’ultimo piano.

La fontana-monumento ” Merlion”

Dopo aver superato il Theatre of the Bay, due grandi edifici con una strana forma simile a un riccio, attraverso il ponte di esplanade fino ad arrivare al “Merlion“, la fontana- monumento mezzo pesce e mezzo leone, simbolo di Singapore. Proseguendo sul lungomare, con una passeggiata piuttosto lunga, arrivo allo ”Shoppes Mall” che fa parte del complesso del Marina Bay Sands e  raggiungo la lobby della Torre 3 dell’Hotel.  Purtroppo non è consentito nuotare nella Infinity rooftop pool se non si è un ospite della struttura, ma ad ogni modo c’è la possibilità di bere un drink o cenare presso lo sky-bar ”Ce la vi ”. Situato in cima a Marina Bay Sands al livello 57, questo sky-bar vanta una vista panoramica mozzafiato a 360 ° sullo skyline della città e sullo Stretto di Singapore (ingresso $15).

Il complesso del Marina Bay sands

Dopo aver gustato un drink con questa vista privilegiata, è il mio momento di visitare il Garden by the Bay, collegato da un piccolo cavalcavia pedonale all’hotel. Questo enorme giardino è un’oasi urbana nel centro di Singapore e ospita una vasta collezione di specie vegetali, giardini all’aperto, laghetti, splendidi padiglioni, incredibili sculture, la ” Cupola dei fiori ” con un’esposizione di piante esotiche, la “Foresta delle nuvole” con bellissime e vivaci piantagioni di fiori, ma soprattutto le iconiche megastrutture Supertrees Grove (ciascun Supertree è un giardino verticale), alcune  collegate tra loro da un ponte sospeso. Di notte il giardino è illuminato e si puo’ assistere and uno spettacolo con musica e luci.

Garden by the bay

Dopo una bella passeggiata rilassante in mezzo al verde e goduto della visuale dal ponte sospeso tra i Supertrees, non voglio perdermi lo spettacolo di giochi di acqua e luci ( Spectra light show) che si svolge sul lungomare vicino all’ingresso del centro commerciale shoppes (Event Plaza). Come in molte altre città tipo Dubai o Kuala Lumpur, sarete immersi in un’affascinante sinfonia di musica, acqua e luci alimentate da laser colorati, getti di fontane e proiettori visivi con sullo sfondo gli alti grattacieli della baia. La mia giornata è quasi termianta, è il momento di trovare un ristorantino nelle vicinanze dell’Hotel e andare a riposare, pronto per un’altra intensa giornata attraverso i quartieri piu’ vecchi di Singapore.

Buddha Tooth Relic Temple

Sveglio di buon mattino, ho una giornata intera per esplorare la città e godermi le sue principali attrazioni. Il mio itinerario parte dal quartiere di Chinatown, salto sull’autobus nr.2 di fronte al Victoria Hotel e raggiungo il Buddha Tooth Relic Temple, un tempio buddista e museo di quattro piani  situato proprio nel cuore del quartiere. E ‘stato costruito di recente nel 2007 e ospita una sala espositiva, una collezione di manufatti buddisti, una sacra Reliquia del Buddha e al 4 ° piano il dente del Buddha conservato in uno stupa fatto d’oro, che si dice sia stato trovato nel 1980 in Myanmar all’interno di uno stupa collassato. Completata l’interessante visita del tempio e del museo, camminando lungo la South Bridge Road per 5 minuti, arrivo al Tempio indù Sri Mariamman, il più antico della città fondato nel 1827 e costruito in stile dravidico dagli immigrati dei distretti Nagapatnam e Cuddalore del sud dell’India. È dedicato alla dea Mariamman, nota per il suo potere di curare malattie. Dopo la visita è il momento di passeggiare ed esplorare il vivace quartiere di Chinatown. Camminando lungo Temple Street, Smith Street, Terenganu Street e Pagoda Street è una mix di vecchio e nuovo. Carretti e bancarelle con street food, ristoranti e bar alla moda, negozi di souvenir, di arte ed artigianato locale, vestiti e qualsiasi tipo di negozi con prodotti cinesi ne fanno una meta irresistibile per turisti e locali.

Chinatown district

Lasciate le folkloristiche  vie di Chinatown, raggiungo New Bridge road e cammino per 15 minuti fino a raggiungere Clarke Quay e Boat Quay, lo storico lungofiume di Singapore, situato a monte della foce del fiume Singapore, e centro commerciale della città circa 150 anni fa. Il fiume Singapore serviva da porto marittimo e veniva usato per commerciare merci dai villaggi vicini. Questa zona di magazzini restaurati è famosa per essere il fulcro della vita notturna con la sua varietà di ristoranti alla moda, ristoranti galleggianti, bar, disco-club e negozi.

Clark quay

Decido di fare per prima una passeggiata lungo Boat Quay, una piccolo tratto lungo il fiume sul lato destro del ponte, fiancheggiato da bar e ristoranti locali, poi torno indietro attraversando il ponte per raggiungere Clark quay. Durante il giorno, dopo la visita di Chinatown,  è un ottimo posto dove fermarsi e rilassarsi a bere una birra in uno dei numerosi bar o ristoranti disseminati lungo la riva del fiume. Ora è il momento di riposare e di pranzare in una delle vecchie giunche cinesi, imbarcazioni per il commercio rinnovate per diventare ristoranti o pub galleggianti.

Boat Quay

Con la pancia piena, dopo aver gustato un bel piatto di pesce fresco, raggiungo il vicino Liang Court Mall per prendere un taxi e dirigermi a Kampong Glam, meglio noto come “quartiere musulmano” o ”quartiere malese”. Con il suo eclettico mix di storia di storia, quest’area è il centro per le attività musulmane e ospita la bellissima Moschea del Sultano, un importante punto di riferimento della città e punto di aggregazione per i musulmani di Singapore. Kampong Glam ha le sue origini come una fiorente area portuale ed è il più antico quartiere urbano di Singapore ed e prende il suo nome da un albero, chiamato appunto ”gelam”  utilizzata localmente per la fabbricazione di barche, la medicina e persino come condimento per il cibo.

Bussorah Street e la moschea del Sultano

I punti salienti di questo quartiere sono la Moschea del Sultano, costruita nel 1824 con le sue enormi cupole dorate e la grande sala della preghiera, il Malay Heritage Centre, un museo per coloro che sono interessati a conoscere la storia della comunità malese di Singapore, Bussorah street, una strada pedonale fiancheggiata da ristoranti, boutique affascinanti che vendono tessuti e seta, bar e caffè, poi Haji lane, una strada lunga e stretta con molti negozietti, bar, ristorantini ed abbellita con fantastici murales.

Haji lane

Dpo aver visitato la Moschea e le vecchie strade di questo affascinante quartiere, è il momento di raggiungere Little India. Ci vogliono circa 20 minuti a piedi passando per Arab street  e Upper Well Road. Questo quartiere è il centro nevralgico per la grande comunità indiana e, con le sue gioiose abitazioni dipinte con decorazioni multicolore che sono un’icona della città, è uno dei luoghi più colorati e attraenti di Singapore. Lungo la strada e i suoi vicoli (da non perdere la Kerbau road), troverete negozi tradizionali indiani che vendono spezie, incenso, oli, fiori, vestiti e tessuti,  piccoli ristoranti con un’ottima cucina indiana, bancarelle che vendono cibo tipico indiano  come il pane piatto ”roti prata”, ”l’uppuma porridge” ed il pancake di riso ”dosai”.

Little India, Kerbau road

Qui, lungo la strada Bukit Tima, troverete anche il Tekka Center, il più grande mercato all’interno di una struttura di Singapore, che vende un’incredibile varietà di ingredienti anche difficili da trovare. Little India vanta anche 3 principali templi indù: Srinivasa Perumal, costruito nel 1855 e dedicato a Vishnu, Sri Veeramakaliamman costruito nel 1881 e dedicato alla feroce dea Kali e Sri Vadapathira Kaliamman.

Little India, Bukit Tima road

Sono quasi le 5 del pomeriggio, ma quando si tratta di ”esplorare” posti nuovi non sono mai stanco, cosi’ decido di proseguire il mio cammino fino alla strada pedonale Albert street, dove, alla sua estremità, si trova il mercato di Bugis Street, è uno dei mercati più grandi ed più economici per fare shopping di tutta Singapore . In questo lungo mercato coperto si trova qualsiasi cosa: oltre 800 negozi di tutte le forme e dimensioni che vendono qualsiasi tipo di prodotti, souvenir, accessori, abbigliamento, elettronica, casalinghi e cosmetici ma anche cibo locale, frutta fresca e bevande.

Bugis Market

In questa zona si trova anche Bugis Junction, un grande centro commerciale con oltre 200 boutique di moda che vendono costosi marchi popolari. Dopo aver attraversato l’intero mercato Bugis, esco lungo Victoria Street e da qui salgo su un autobus  fino a Marina Bay. Potrei finire la mia giornata ad Orchard Road, la più famosa strada dello shopping di Singapore, con i suoi iconici centri commerciali, ristoranti, hotels e divertimenti, ma non sono interessato a questo genere di cose, cosi’ decido di andare di nuovo allo skybar del Marina Bay Sand Bay hotel, sorseggiando una birra e guardando il sole che scompare all’orizzonte, dietro i grattacieli di questa piccola ma molto interessante isola-paese. Il mio breve ed interessante tour è finito, ma è rimasta una cosa in sospeso…. una bella nuotata nella infinity pool dell’Hotel…. quindi non è un addio ma semplicemente un arrivederci! A presto Singapore!!

Skyscrapers view from the promenade in front of the shoppes mall

Informazioni

Come arrivare: Singapore ha il suo aeroporto internazionale servito dalle principali compagnie aeree. Vale la pena fermarsi qui durante un viaggio in Thailandia o soprattutto in Malesia. Da Malacca potete prendere uno dei tanti autobus diretti qui. Controllate su https://12go.asia/en/bus/malacca/singapore

Dove dormire: Singapore non è così economica se volete stare vicino a Marina Bay. Potete provare qualche hotel vicino Chinatown o Little india. Altrimenti vi suggerisco il Victoria Hotel (Victoria street) con tariffe oneste e solo 15 minuti a piedi dalla baia.

Dove mangiare: Chinatown, Little India o il quartiere malese sono pieni di ristoranti economici. Se invece volete concludere la serata (anche cenando) bevendo un drink o in qualche disco club potete andare a Clark Quay o Boat quay.

Muoversi a Singapore: è abbastanza facile. Come ho fatto, potete camminare per raggiungere molte delle sue attrazioni, comunque potete usare l’autobus, la metropolitana, il taxi e anche uber (scaricate l’applicazione). Un modo utile e veloce per esplorare Singapore è anche prendere il Sightseeing bus che ha 6 percorsi diversi che toccano praticamente tutta Singapore.

Più giorni a Singapore: se avete intenzione di trascorrere qui più giorni, la città è ricca di musei e parchi ma soprattutto dovreste visitare Sentosa. È una piccola isola ricca di attrazioni come l’Adventure Cove Waterpark, il Butterfly Park e il regno degli insetti, l’Acquario S.E.A. (il più grande nel suo genere al mondo), il parco avventura, ma soprattutto i famosi Universal Studios di Singapore. Sentosa è anche famosa per i suoi Resort, le sue spiagge e per essere il punto più meridionale dell’Asia. Un modo divertente per raggiungere l’isola è prendendo la funivia da Mount Faber o Harbour-front Station (arrivate qui con la metropolitana o l’autobus – Stazione Harbor front). HarbourFront è la “porta” di ingresso di Sentosa, qui troverete anche la monorotaia “Sentosa express” per raggiungere le attrazioni e la spiaggia. Controllate qui: https://www.sentosa.com.sg/

Link utili: https://singaporecitypass.com/; http://www.visitsingapore.com/en/

Il complesso del Marina Bay Sands
Garden by the bay – Veduta dallo sky-bridge

Write A Comment