Alla scoperta della selvaggia Namibia

Partendo da Cape Town, attraversiamo la stupefacente Namibia, famosa per i suoi paesaggi ricchi di contrasti: paradisi naturalistici come il Parco Etosha popolato da elefanti, rinoceronti, giraffe, bufali, leoni, leopardi e molti altri animali selvatici; il deserto del Namib, unico nella sua desolazione, con le sue alte dune che arrivano fino all’oceano e la sensazione di immenso spazio aperto del più antico deserto del mondo; l’altopiano centrale con le sue montagne che salgono bruscamente dalla pianura terminando a sud nel maestoso Canyon Fishriver; la lussureggiante regione del Kunene con gli Himba ed il bellissimo Parco dell’Etosha rendono questo viaggio indimenticabile.

  • Itinerario

1° Giorno: (Cape town)VIOOLSDRIF – Frontiera Namibia – FISH RIVER CANYON – SEEHEIM

2° Giorno:  SEEHEIM – SESRIEM – SOSSUSVLEI – DEAD VLEI – DUNA 45- SESRIEM

3° Giorno: SESRIEM – SOLITAIRE –  SWAKOPMUND (volo sul deserto)

4° Giorno: SWAKOPMUND – WALVIS BAY- DUNA 7 – SPITZKOPPE

5° Giorno: SPITZKOPPE (escursione)- CAPE CROSS – SKELETON COAST – PALMWAG

6° Giorno: PALMWAG – OPUWO – EPUPA FALLS

7° Giorno: EPUPA FALLS (Vilaggio Himba)

8° Giorno: EPUPA FALLS – OPUWO – OKAUKEJO (Parco Nazionale Etosha)

9° Giorno: HALALI CAMP (Parco Nazionale Etosha)

10° Giorno: HALALI CAMP (Parco Nazionale Etosha)

11° Giorno: HALALI CAMP – NAMUTONI (Parco Nazionale Etosha)

12° Giorno: NANUTONI – WINDHOEK

  • Informazioni utili

Quando andare: Il periodo migliore per visitare la Namibia e durante i mesi della stagione secca (giugno – ottobre) quando le temperature sono piu’ gradevoli ed il caldo non e’ soffocante. In questa stagione, che corrisponde all’inverno namibiano, le temperature notturne possono avvicinarsi anche a zero gradi. Da  novembre ad aprile, che corrisponde alla stagione estiva namibiana, le temperature sono decisamte piu’ alte e in alcune zone puo’ cadere della pioggia (prevalentemente da gennaio a marzo).

Visto d’ingresso: il visto d’ingresso per turismo non e’ necessario per soggiorni fino a 90 giorni. Il passaporto deve avere una validita’ residua di almeno 6 mesi. Controllate sempre prima di partite tramite gli organi governativi namibiani perche’ i requisiti di ingresso potrebbero anche cambiare.

Come arrivare in Namibia: l’aeroporto internazionale principale della Namibia e’ Hosea Kutako di Windhoek, ben collegato con le maggiori citta’ del Sudafrica. Se deciderete di partire dalla costa atlantica, potrete appoggiarvi all’aeroporto internazionale di Walvis bay, servito da voli con Cape Town e Johannesburg.

Muoversi in Namibia: questo Paese desertico e’ estremamente vasto e pressoche’ disabitato, percio’, muoversi con mezzi locali e’ praticamente un’impresa. Il modo migliore per visitare la Namibia e’ decisamente con un mezzo a noleggio. Ricordatevi che e’ necessario il permesso internazionale di guida. In alternativa, vi suggeriamo di appoggiarvi a Viaggi avventure nel Mondo, ottimo tour operator che offre una vasta scelta viaggi attraverso il Paese.

Attenzione: La Namibia è teatro ogni anno di gravi incidenti. Guidate sempre in sicurezza rispettando il limite di velocità (max 70 km/h) per evitare idi uscire di strada. Molte vie principali sono infinite strade rettiline sterrate con sabbia e ghiaino che le rendono sdrucciolevoli e pericolose. Percio’, è molto facile superare la velocità consentita senza rendersene conto ed avere un incidente d’auto. In molte zone il telefono non ha campo e non si incontra praticamente nessuno, potrebbe quindi essere anche difficoltoso essere soccorsi.

Sistemazioni: troverete un’ottima scelta di alloggi per tutte le tasche che va dai campeggi a costosi lodge. Noi abbiamo alternato tenda con piccoli alberghetti. Per quanto riguarda le sistemazioni all’interno del Parco Etosha, vanno prenotate tramite il NWR, ente che gestisce le sistemazioni in alcuni parchi nazionali.

Dove cambiare gli euro: potrete cambiare direttamente in aeroporto oppure in banca a Windhoek, Swakopmund e Opuwo. Inoltre, non abbiamo avuto problemi a prelevare con il bancomat nelle maggiori citta’ che abbiamo attraversato. In Namibia viene anche accettato il Rand sudafricano con valutazione 1-1.

Sicurezza e salute del viaggiatore: in generale la Namibia e’ un Paese sicuro. Come in tutti i Paesi del mondo, usate il buon senso ed evitate situazioni che potrebbero essere pericolose. Non lasciate mai oggetti di valore in vista all’interno del vostro veicolo, soprattutto nei parcheggi dei supermercati delle citta’ piu’ a nord, perche’ potreste avere brutte sorprese.

Per quando riguardo la situazione sanitaria, nei principali luoghi turistici non ci sono particolari problemi. Evitate di bere acqua non imbottigliata e di mangiare cibi crudi. Il rischio di contrarre la malaria non e’ elevato come in altri Paesi poiche’ la Namibia e’ prevalenemente arida e desertica. Fate molta attenzione  attenzione se visitate le regioni del nord del Paese, soprattutto le aree lungo il fiume Kunene.

Importante: per maggiori informazioni riguardo la sicurezza e la situazione sanitaria, prima di partire controllate sempre il sito della Farnesina – Viaggiare Sicuri.it. Inoltre, è sempre raccomandabile rivolgersi alla Asl di competenza – sezione malattie del viaggiatore – per conoscere dettagliatamente le eventuali  vaccinazioni da fare per visitare il Namibia e sentire il parere di un medico specializzato.

Cliniche/ospedali: in caso di necessità, potrete rivolgervi a qualche ottima clinica privata di Windhoek. Nel resto del Paese, escludendo Swakopmund che e’ una citta’ turistica e ci sono alcune ottime cliniche, troverete alcune strutture mediche di basso livello. Considerate che la namibia e’ veramente vasta e potrete riceve cure nelle citta’ maggiori. Per eventuali malesseri più gravi, potete anche recarvi in Sudafrica. 

Assicurazione medica: le spese sanitarie all’estero sono sempre molto elevate, soprattutto se farete affidamento a cliniche private; E’ estremamente importante stipulare un’assicurazione di viaggio che eventualmente copra anche le spese per il rimpatrio. Nei nostri viaggi, solitamente ci affidiamo WorldNomads

Write A Comment