Consigli pratici per organizzare un viaggio sull’isola di  Palawan

Negli ultimi anni, l’isola di Palawan è diventata una delle destinazioni asiatiche più gettonate per tutti i viaggiatori in cerca di mare cristallino, paesaggi meravigliosi e ovviamente relax. Chiunque, navigando sul web, almeno una volta si è imbattuto in fotografie di Palawan rimanendo colpito dalla sue gigantesche formazioni calcaree circondate da acque turchesi e smeraldo. Le 3 zone turistiche più popolari di questa isola sono Puerto Princesa, Coron e la famosa El Nido. Da non perdere è anche la provincia di San Vicente con i suoi 14 km di spiaggia selvaggia di sabbia bianca fiancheggiata da palme ed il piccolo villaggio rurale di Port Barton.

El Nido, the entrance to the Big Lagoon
El Nido, l’ingresso della Grande Laguna

Quando andare a Palawan

I mesi migliori per visitare l’isola di Palawan vanno da dicembre ad aprile che corrispondono ai mesi più secchi e soleggiati. Tuttavia, da dicembre a marzo soffia un forte vento praticamente tutti i giorni e, in alcuni casi, potrebbe rovinare le vostre escursioni in barca. Marzo e aprile sono piuttosto caldi e molto affollati poiché sono considerati i mesi estivi nelle Filippine. Abbiamo visitato Palawan a febbraio trovando tempo parzialmente nuvoloso (solo pochi giorni completamente soleggiati) e spesso vento forte. Nonostante ciò, siamo sempre riusciti a fare le escursioni che avevamo programmato. 

Come ottenere il visto d’ingresso

Il visto non è necessario per soggiorni inferiori a 30 giorni. Una volta raggiunto l’aeroporto internazionale di Manila vi verrà apposto un timbro sul passaporto. In caso vi tratteniate più a lungo, dovrete recarvi a Manila presso il Bureau of Immigration per richiedere un’estensione. Il passaporto deve avere validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Controllate sempre sul sito della Farnesina prima di prenotare un volo perchè i requisiti possono essere soggetti a cambiamenti.

Come raggiungere Palawan

L’hub principale per raggiungere qualsiasi destinazione nelle Filippine è Manila, mentre Puerto Princesa è l’hub centrale dell’isola di Palawan. Il suo aeroporto internazionale è ben collegato con molti aeroporti delle Filippine. Per raggiungere Palawan dovrete fare scalo a Manila. Se deciderete di affidarvi ad un tour operator, vi consigliamo vivamente Viaggi Avventure nel Mondo che offre diverse opzioni per visitare le Filippine a prezzi davvero economici.

Aeroporto Internazionale Ninoy Aquino di Manila: è uno dei due aeroporti internazionali che servono l’area metropolitana di Manila (l’altro è l’Aeroporto Internazionale di Clark) ed il principale hub internazionale delle Filippine. Dispone di 4 terminal: il T1 serve voli internazionali; T2 serve voli internazionali e nazionali (principalmente la compagnia aerea filippina e PAL Express); T3 serve i voli internazionali e alcuni voli nazionali (inclusi Emirates, Qatar Airways, Qantas, Singapore Airlines, Air Asia, Cebu Pacific); Il T4 ospita solo voli nazionali (inclusi Air Asia, Cebgo, Skyjet). Molto probabilmente dovrete passare una notte a Manila prima di prendere il volo per Puerto Princesa. Il modo più veloce per raggiungere il vostro alloggio è con un taxi. Troverete diversi hotel proprio nelle vicinanze dell’aeroporto.  Abbiamo dormito al Savoy Hotel, molto vicino a tutti i terminal.

Itinerario a Palawan

Prima di tutto, dovrete avere bene in mente i giorni che avrete a disposizione, perché l’isola di Palawan offre veramente una vasta scelta di luoghi fantastici da esplorare e rilassarsi. Solitamente, la maggior parte dei turisti unisce Palawan alla visita di altre isole, come ad esempio Boracay, o come tappa finale di un viaggio nel nord delle Filippine. Le destinazioni più gettonate e visitate sono sicuramente El Nido e Coron, perciò, se deciderete di dedicare pochi giorni a Palawan, non perdetevele assolutamente. In questo viaggio abbiamo deciso di esplorare solamente le migliori attrazioni di Palawan, lasciando la visita di altre aree delle Filippine per un viaggio futuro. 

I luoghi più interessanti di Palawan sono Puerto Princesa, Sabang con la visita dell’ Underground River, la baia di Honda, la provincia di San Vicente con le sue lunghe spiagge ed il villaggio di Port Barton, El Nido ed infine Coron. In caso abbiate tempo, gli operatori locali organizzano una bellissima crociera di 2/3 giorni da El Nido a Coron (o viceversa) per visitare alcune piccole isole veramente fantastiche e meno turistiche, tra le quali Linapacan.

Sicurezza e salute del viaggiatore

La parte Nord di Palawan (cioè quella turistica) è una destinazione abbastanza sicura, non abbiamo avuto alcun tipo di problema né avvertito situazioni di pericolo. Troverete migliaia di turisti perciò usate sempre il buon senso e non lasciate incustoditi i vostri oggetti di valore per evitare i piccoli furti. La parte sud dell’isola è invece meno turistica e soprattutto meno sicura per il pericolo di rapimenti legati al terrorismo.

Non ci sono particolari pericoli per la salute a Palawan, ma cercate di bere acqua solo imbottigliata e di non mangiare cibi poco cotti/crudi per prevenire eventuali problemi intestinali. In caso abbiate bisogno di cure mediche, troverete alcune cliniche e farmacie a El Nido, un ospedale a Coron e Roxas, una piccola clinica a Port Barton, ma per cure specialistiche ed emergenza, dovrete andare a Puerto Princesa. Le spese mediche all’estero potrebbero essere molto alte, ed è raccomandabile stipulare un’assicurazione di viaggio che copra qualsiasi evenienza. Abbiamo stipulato la nostra assicurazione con Worldnomads.com.

Importante: per avere informazioni aggiornate sulla sicurezza e sulla situazione sanitaria dell’Isola di Palawan e delle Filippine in generale, consultate sempre il sito ufficiale della Farnesina – viaggiaresicuri.it – o contattate l’Ambasciata Italiana a Manila.

palawan

Cosa portare in valigia

Il tour dell’isola di Palawan sarà prevalentemente una vacanza di relax e mare. Rimarrete sdraiati su spiagge a crogiolarvi al sole e vi unirete a diverse escursioni in barca per visitare le isole vicine alla costa. Portate abiti leggeri, un paio di scarpe comode da ginnastica per eventuali camminate, ed una felpa per la sera e per giornate leggermente più fresche. Ovviamente tutto il necessario per il mare: costume, infradito, asciugamano, cappellino e crema solare.

Per i tour in barca è necessario avere un paio di scarpe da scoglio, una k-way (per proteggervi dal vento e dagli schizzi d’acqua), una dry-bag per non bagnare macchine fotografiche o altri oggetti, ed una borraccia per evitare di bere l’acqua purificata offerta durante il pranzo.

Nel kit di farmaci da viaggio, oltre a quelli personali specifici, mettete: antipiretico, antinfiammatorio, antibiotico intestinale, fermenti lattici, antispastico, antibiotico ad ampio spettro, salviette disinfettanti e cerotti. E’ meglio avere la propria “scorta” poiché una volta sull’isola non è sempre cosi’ facile reperirne.

Come muoversi

Abbiamo sempre preso trasporti locali come autobus, minivan e traghetti (per Coron) per spostarci attraverso l’isola e raggiungere le nostre destinazioni. Potete acquistare il biglietto direttamente alla stazione degli autobus, tramite i tour operator locali, chiedendo al vostro alloggio o, come abbiamo fatto principalmente noi, utilizzando i motori di ricerca 12go.asia.com oppure Omio.com che vi possono aiutare nella pianificazione del viaggio.

Powered by 12Go system

Sistemazioni

L’isola di Palawan offre un’ampia scelta di sistemazioni adatte a qualsiasi budget abbiate a disposizione. Troverete home-stay, guest house, hotel ed anche resort esclusivi. Essendo un luogo molto turistico, vi consigliamo di prenotare con molto anticipo per trovare tariffe convenienti e risparmiare, soprattutto a El Nido e Coron.



Booking.com

Dove cenare

Tutte le principali zone turistiche dell’isola (Puerto Princesa, El Nido e Coron) offrono un’ottima scelta di ristoranti locali e turistici. Anche a Port Barton e San Vicente troverete alcuni ristorantini o sistemazioni che hanno anche il loro ristorante.

Telefono cellulare e wifi

Il wifi si trova nella maggior parte delle sistemazioni, ma comprare una SIM card filippina renderà il vostro soggiorno molto più semplice. Nella hall degli arrivi dell’aeroporto internazionale di Manila o dell’aeroporto di Puerto Princesa, troverete alcuni stand dei principali fornitori che vendono sim card prepagate per i turisti con chiamate e dati.

Elettricità

La corrente elettrica è oramai fornita 24 ore su 24 e la presa è quella di Tipo A. Portatevi un adattatore per ricaricare i vostri apparecchi elettronici.

Cambio valuta

La valuta locale è il Peso Filippino (1 Euro vale circa 50 PHP – febbraio 2021). Potete cambiare la vostra valuta nei vari Pawnshop (banchi dei pegni) che troverete nelle principali località turistiche o prelevare presso i diversi sportelli automatici. Il metodo di pagamento è principalmente in contanti, ma molti alloggi accettano anche la carta di credito.

Le nostre spese

Biglietti aerei: abbiamo volato su Manila con Kuwait Airways trovando un’ottima offerta a 510 euro. I due voli interni (MNL – PPS e Coron – MNL) li abbiamo pagati circa 60 euro ciascuno.

Mezzi di trasporto: ci siamo spostati con bus e minivan con una spesa media di 10 euro a corsa. La traversata in traghetto per Coron l’abbiamo pagata circa 30 euro.

Sistemazioni: abbiamo scelto piccoli hotel sull’isola di Palawan e una home-stay a Coron. La spesa media è stata 40 euro a notte per una doppia. Ovviamente questa spesa varierà in base alle vostre esigenze. Abbiamo prenotato le sistemazioni con booking.com sempre con 10 mesi di anticipo.

Ristoranti: rispetto ad altri Paesi asiatici, i ristoranti sono abbastanza cari. La nostra spesa media è variata tra 10 – 15 euro .

Escursioni in barca: la spesa media si aggira intorno ai 30 euro a tour.

Tutti i costi si intendono a persona (tranne gli hotel).

Buon viaggio!

Coron, the clear shallow sea in Banana island

Write A Comment