Alla scoperta delle attrazioni di Aswan

Aswan è la terza città più popolare da visitare in Egitto, subito dietro al Cairo e Luxor in quanto vanta diversi antichi monumenti, templi e altre interessanti attrazioni. Sorge sulle rive del fiume Nilo e anticamente si trovava sulla principale rotta commerciale tra l’Egitto e le terre meridionali, da dove venivano portati oro, avorio e schiavi nel Paese. Aswan era anche un centro molto importante grazie alle sue cave di granito, arenaria e quarzite utilizzate nella costruzione dei vari monumenti in tutto l’Egitto. La città è anche l’ultima tappa della crociera sul Nilo che parte da Luxor toccando le più importanti attrazioni lungo il fiume e nei dintorni.

Aswan

Come raggiungere Aswan

Come detto, Aswan è l’ultima tappa dell’affascinante crociera sul Nilo che parte da Luxor. Se non avete preso parte alla crociera, la città può essere raggiunta in volo dal Cairo. L’aeroporto internazionale di Aswan si trova a circa 25 chilometri dalla città ed è facile prendere un taxi per raggiungere il centro. In alternativa, è anche possibile raggiungere Aswan dal Cairo o da Luxor in treno. La sua moderna stazione ferroviaria si trova all’estremità settentrionale della città. Il viaggio in treno dal Cairo dura circa 12 ore, mentre il viaggio da Luxor dura circa 3 ore.


Trova i voli economici con Skyscanner

Dove dormire

Aswan è  la terza città più grande in Egitto ed un luogo molto turistico.   Offre un’ottima scelta di sistemazioni per tutti i tipi di viaggiatori, da alloggi economici a resort di lusso.  Noi abbiamo dormito al Cleopatra Hotel, ottima sistemazione con un piccolo banco per organizzare escursioni e il servizio di cambio valuta. 

Altre ottime sistemazioni sono:



Booking.com

Dove cenare

In città si trova una buona scelta di ristoranti locali ed internazionali, soprattutto in centro e lungo le sponde del fiume Nilo.  Noi abbiamo cenato al Abeer restaurant, al Al Masry restaurant ed al Nubia Beach un suggestivo ristorante locale con una bella visuale sul fiume. Se preferite la cucina internazionale, provate il The Terrace Restaurant oppure il ristorante di lusso 1902 restaurant che si trova nel Sofitel Old Cataract hotel. I nostri piatti locali preferiti sono i gustosissimi spiedini grigliati di kofta (un mix di carne di agnello e vitello), il pesce persico del Nilo con verdure miste, ed il koshari, un piatto tradizionale a base di noodle, riso, lenticchie, ceci, aglio, cipolle fritte e una salsa di pomodoro speziata. Non perdetevi anche il pane egiziano – Aish Baladi – simile al pane pita, accompagnato dalle tipiche salsine arabe come l’hummus e il baba ganoush.  Se proprio non vi piace il cibo locale, troverete un Mc Donald lungo Kornish al Nile street.

Suggerimento: in Egitto è abbastanza comune avere dolori di stomaco e problemi intestinali, perciò evitate di bere acqua del rubinetto e mangiare cibo non cotti e che possono essere stati lavati con acqua locale. Non ci sono vaccinazioni obbligatorie da fare, ma è sempre consigliato consultare un medico specializzato o la sezione della Asl – Medicina del Viaggiatore.

Cambio valuta e metodo di pagamento 

La valuta ufficiale dell’Egitto è la sterlina egiziana (EGP). 1 Euro equivale a circa 19 EGP, mentre 1 USD equivale a circa 16 EGP. Se avrete bisogno di cambiare la vostra valuta, ad Aswan ci sono negozi di  cambio, banche e bancomat dove prelevare. Inoltre, anche molti hotel offrono un servizio di cambio valuta. Il metodo di pagamento è principalmente in contanti, ma molti ristoranti e hotel accettano le carte di credito.

Aswan

Assicurazione di viaggio

Ricordate sempre di acquistare un’assicurazione di viaggio che protegga da infortuni (le spese mediche all’estero sono molto alte), malattia e furto. Non andiamo mai in viaggio senza una copertura assicurativa. Solitamente, ci affidiamo a Worldnomad.com, una compagnia di assicurazioni con un servizio clienti qualificato, prezzi competitivi e una copertura approfondita.

Importante: per maggiori informazioni sulla sicurezza e sulla situazione sanitaria consultate sempre il sito ufficiale della Farnesina – www.viaggiaresicuri.it.

Le migliori attrazioni di Aswan

1. Isola Elefantina

L’isola Elefantina è disseminata di piantagioni di palme e affascinanti villaggi nubiani di case colorate costruite con mattoni di fango. L’isola comprende anche le Rovine di Abu, che sono gli insediamenti più antichi di Aswan, il Tempio dell’Antico Regno di Khnum e il Tempio di Satet. Alla sua estremità meridionale, si trova l’interessante Museo di Aswan che ospita una collezione di manufatti che abbracciano la storia dell’isola Elefantina fino all’epoca romana. L’isola Elefantina offre anche una vasta scelta di sistemazioni.

2. Museo Nubiano

Questo interessante museo si compone di 3 piani di esposizione e ospita una meravigliosa collezione di manufatti dell’antico regno Nubiano di Kush, oltre a meravigliose foto in bianco e nero dell’incredibile progetto dell’UNESCO per salvare il Tempio di Philae e il Tempio di Abu Simbel. Il biglietto d’ingresso è di 50 EGP (3 euro). Se avete tempo, proprio dietro il museo si trovano i mausolei in mattoni di fango del cimitero fatimide di Aswan.

3. Tempio di Philae 

Il Tempio di Philae è la nostra attrazione preferita di Aswan. Il complesso, patrimonio dell’UNESCO dal 1979, si trova su un’isola rocciosa che sprofonda nel fiume Nilo ed è circondato da una lussureggianti vegetazione. Il tempio più importante dell’isola è il Tempio di Iside, risalente all’epoca tolemaica. Molto bella la lunga via processionale di 32 colonne conosciuta come il Grande colonnato che fu eretto in epoca successiva e completato da Tolomeo III, sovrano d’Egitto dal 246 AC. Proprio come Abu Simbel, il tempio è stato salvato dalle acque in aumento del lago Nasser e spostato dalla sua sede originale sull’isola di Philae alla vicina isola di Agilika. Il biglietto d’ingresso costa 50 EGP (3 euro). Come per le piramidi,  anche al tempio di Philae si tiene il  meraviglioso spettacolo di suoni e luci.

4. Monastero di San Simeone 

Le rovine del Monastero di San Simeone si trovano sulla riva occidentale del fiume Nilo, circondate da dune di sabbia dorata. Fu fondato nel VII secolo e abbandonato nel XIII secolo a causa della mancanza d’acqua. È uno dei monasteri copti più grandi e meglio conservati in Egitto. Il monastero fu costruito su due livelli – il livello superiore di mattoni di fango e il livello inferiore di pietra, circondato da un muro ad anello alto 6 m – e utilizzato dai monaci per viaggiare in Nubia, con lo scopo di convertire i Nubiani al cristianesimo .

5. Escursione in Feluca

La feluca è la tipica imbarcazione locale in legno con una grande vela. L’escursione sul Nilo in barca è decisamente da non perdere, soprattutto nel tardo pomeriggio per ammirare il tramonto. Inoltre, il fiume Nilo è punteggiato da molte isole dove sorgono pittoreschi villaggi nubiani di mattoni di fango e sulla sponda ovest si innalzano colossali dune di sabbia.

Aswan

6. Obelisco incompleto 

È un obelisco gigante che è inciso nella pietra ma non è mai stato completamente scolpito. Lungo 40 metri con una base di 4 x 4 metri, risale al regno del faraone Tuthmosis III. Si trova nella vecchia cava di granito e merita una visita per vedere come gli antichi egizi scolpivano la pietra con cui costruivano templi, statue, obelischi e molte altre maestose opere.

7. Vecchio Souk 

E’ un ottimo posto per vivere uno spaccato di vita locale, scattare belle foto e comprare alcuni prodotti egiziani locali dal sud del paese. Tra i suoi banchi si trova di tutto, dall’artigianato all’abbigliamento locale, alla frutta, spezie e verdure. Non dimenticatevi di comprare i petali della pianta dell’ibisco, usati per la preparazione della bevanda più consumata dagli egiziani, il tè di Karkadè.

8. Giardino Botanico di Aswan

Se siete appassionati di piante, il Giardino Botanico si trova sull’isola di Kitchener ed è possibile raggiungerlo prendendo una feluca o una barca a motore. Ospita una grande varietà di piante e alberi tra cui alcune rare palme come la palma reale, la palma Sabal e l’albero Phonic Pam. Biglietto d’ingresso 10 EGP.

9. Abu Simbel

Il Tempio di Abu Simbel si trova a circa 300 km a sud di Aswan, ed è una delle attrazioni più belle di tutto l’Egitto. Il complesso è costituito da due templi scavati nella roccia risalenti a più di 3000 anni fa, ricoperti di statue e incisioni di varie divinità. I templi furono costruiti da Ramses II (1279-1213 a.C.), uno dei faraoni più potenti dell’antico Egitto, che desiderava dimostrare il suo potere e la sua natura divina. Il sito può essere raggiunto con un’escursione giornaliera tramite i tour operator di Aswan (circa 3 ore di auto) oppure con un volo interno.

Tour guidati

Se volete partecipare a dei tour guidati guidati, troverete diversi operatori locali in città e anche piccoli banchi turistici in molti hotel. In alternativa, potete dare un’occhiata a Viator.com e GetYourGuide.com, due piattaforme web affidabili dove i tour operator locali pubblicizzano i loro tour e attività.

Aswan

Write A Comment