La piccola città di Kratie, a circa 315 km a nord-est di Phnom Penh, si trova sulle rive del Mekong e, nonostante le sue modeste proporzioni, funge da capitale della provincia rurale. Anche se questa cittadina non ha molto da offrire, decidiamo di trascorrere in questo luogo un intera giornata prima di proseguire per Phnom Penh.

Edificio del periodo coloniale

La città e i dintorni sono abbastanza piacevoli, camminare per le sue strade ed i suoi mercati ricchi di colori è molto caratteristico come in tutta l’Asia. Dopo aver girovagato per i vicoli della città con le sue case cadenti in stile coloniale, decidiamo di organizzare un escursione verso nord, dove il fiume Mekong ospita l’attrazione principale del posto: i delfini d’acqua dolce o Irrawaddy. Il numero di questi delfini è diminuito considerevolmente negli ultimi anni, in parte a causa dell’uso di esplosivi per la pesca e gli ambientalisti stimano che ne rimangano solamente un centinaio  nelle rapide del  fiume Mekong vicino a Kratie. Sono elencati come in pericolo critico dalla Lista Rossa IUCN.

Delfino dell’Irrawaddy

Non è facile individuare i delfini d’acqua dolce ed è ancora più difficile fotografarli poichè non saltano in alto fuori dall’acqua come quelli marini. La migliore chance si ha  nella stagione secca da gennaio a maggio quando i livelli dell’acqua diminuiscono e la popolazione è concentrata in nove pozze profonde in un tratto di 190 km del Mekong a nord di Kratie fino al confine con il Laos. La particolarità dei delfini è che hanno la testa arrotondata e una bocca dritta invece di un becco come i loro cugini marini. La piacevole gita in barca per avvistarli, ma anche per attraversare una zona pittoresca e raramente visitata del fiume Mekong, parte da Kampi, un piccolo villaggio a 15 km a nord di Kratie, situato sulla riva orientale del fiume Mekong.

Fiume Mekong – piccola imbarcazione per escursione ai delfini

La città di Kratie offre anche un autentico ambiente rurale, quindi vale la pena noleggiare uno scooter ( o prendere un tuk tuk ) e partire verso la zona rurale per visitare i piccoli villaggi ed incontrare i loro sorridenti ed autentici abitanti, sempre contenti di una piacevole ed inusuale visita. 

Villaggio rurale a sud di Kratie

Vale anche la pena fare una passeggiata nel centro della città, dove è possibile vedere una serie di case in stile coloniale e khmer francese, ma soprattutto il vivace mercato locale (mercato Sammki) che, con le sue centinaia di bancarelle, vi permetterà di vedere la vita rurale cambogiana in azione e assaggiare alcune prelibatezze locali come lo sticky rice ( riso ”colloso” ) confezionato in foglie di bambù (krolan) ed il pesce crudo sottaceto confezionato con foglie di banana.  Ovviamente, essendo grandissimi appassionati di mercati locali, è la cosa che abbiamo apprezzato di piu’, soprattutto per la sua autenticità e la piu’ totale assenza di turisti.

Mercato

Un’attività popolare di “fine giornata” a Kratie è quella di rilassarsi lungo il Mekong per guardare il tramonto quando con i suoi ultimi raggi color arancio-viola avvolge il fiume e le sue sponde.

Tramonto sul Mekong e villaggi galleggianti a sud di Kratie

Informazioni

Ci sono autobus giornalieri da Phnom Penh a Kratie e anche i taxi condivisi percorrono il tragitto. Il viaggio da Phnom Penh a Kratie dura circa 5 ore. Se provenite dal Laos attraverserete il confine alla Stung Treng crossing station, qui troverete un autobus (o un autista con la sua auto che vuole accompagnarvi) verso la città di Stung Treng (75 km). Da qui dovete prendere l’autobus in direzione di Kratie (150 km). Comunque il modo più semplice è prenotare in anticipo un minivan per raggiungere la vostra destinazione, date uno sguardo a: http://asiavantransfer.com/index.html

Da Kratie a Kampi potete noleggiare uno scooter o prendere un tuk tuk, una volta arrivati a Kampi vedrete molte piccole barche disposte a portarvi a vedere i delfini per pochi dollari. Chiedete possibilmente al barcaiolo di spegnere il motore se non lo fa nel caso in cui si individuino i delfini.

Dove dormire: ci sono alcune sistemazioni economiche in tutto il centro città. Abbiamo dormito all’ Oudom Sambath Hotel (possono anche organizzare tour e trasferimenti – chiedere alla reception) proprio di fronte al fiume Mekong ed a 5 minuti a piedi dal mercato locale.

Write A Comment