img 0659 copia 3

Il Parco nazionale Chobe si trova nel nord ovest del Botswana ed è senza dubbio tra le riserve naturali più belle e popolari di tutta l’Africa. L’area fu inizialmente protetta come riserva nel 1961 e proclamata parco nazionale nel 1968 per preservare la sua flora e fauna. E’ il terzo parco piu’ grande del Botswana  e ha una delle maggiori concentrazioni di animali di tutta l’Africa. Il parco è noto per la sua grande popolazione di elefanti, attualmente stimati in circa 120.000, e per tutti gli altri tipi di fauna africana come leoni, leopardi, ghepardi, ippopotami, iene, coccodrilli, bufali, giraffe, facoceri, lontre, zebre, antilopi, sciacalli e molte specie di uccelli.

Fiume Chobe nei pressi di Kasane

Il periodo migliore per visitare il parco è durante la stagione secca, da giugno a ottobre, cioè quando una grande quantità di elefanti, bufali, zebre, giraffe, impala ed altri animali si concentrano lungo il fiume per dissetarsi. La stagione delle piogge, che va da novembre a marzo, è un buon momento per visitare il parco se si è appassionati di birdwatching ed anche vedere i piccoli cuccioli che solitamente nascono in questo periodo, ma allo stesso tempo potrebbe essere un po’ rischioso a causa delle condizione atmosferiche. Infatti, durante la mia ultima visita in Botswana nel giugno 2017, ho scoperto che una parte di Chobe e soprattutto della Moremi game reserve erano chiusi durante marzo ed aprile a causa delle forti piogge cadute e la maggior parte delle piste dei parchi erano allagate. Comunque si dice sia stato un evento eccezionale e che piogge cosi’ abbondanti non si vedevano da piu’ di 20 anni.

Leonesse durante un game drive

Il Parco Chobe copre un’area di 10.500 chilometri quadrati e può essere diviso in quattro  aree con habitat differenti che lo rendono una vera rarità e un paradiso per gli esploratori: Serondela con lussureggianti pianure e fitte foreste nella zona del fiume nel nord-est estremo; l’area dello stagno di Savuti con la sua ampia savana ad ovest; le lagune, le isole ed i corsi d’acqua del Linyanti Swamps nel nord-ovest ed infine l’area interna, calda ed arida, tra queste zone. L’area più accessibile e sicuramente piu’ visitata e turistica  del parco è il Chobe Riverfront (area di Serondela), dove si trova anche la più grande concentrazione di animali selvatici. La città di Kasane si trova vicino all’ingresso principale del parco, il Sedudu gate,  nella zona del riverfront nord-orientale (ed a 80 km dal confine con lo Zambia e lo Zimbabwe), cosa che la rende un’ottima  base per visitare il parco.

Gruppo di Ippopotami lungo il fiume Chobe

Ho visitato il Botswana ed il Parco Chobe  due volte e senza dubbio posso dire che è stata una bellissima esperienza da non perdere. Addirittura, nello stesso viaggio, mi sono fermato due volte a Kasane per fare la crociera sul lungofiume. Come appena detto,  una delle attività più interessanti che si possono fare partendo da Kasane è la crociera al tramonto lungo il fiume Chobe per avvistare la fauna selvatica dall’acqua. Qui gli incontri con i numerosi elefanti non mancano di certo, poi grandi mandrie di bufali che sguazzano nel fiume, zebre, giraffe, antilopi, ippopotami ed anche grandi coccodrilli che si crogiolano sotto il sole. Le sponde del fiume brulicano anche di rapaci e uccelli coloratissimi di ogni genere. Molto facile avvistare i bellissimi martin pescatore, aquile pescatrici, darters africani e moltissimi altri trampolieri e uccelli acquatici.

Leopardo lungo le sponde del fiume

Durante la crociera sono stato estremamente fortunato perché ho avvistato un leopardo che camminava sulla riva per poi scomparire boscaglia. Nei lodge di solito si trova una bacheca con tutti gli avvistamenti lungofiume e senza dubbio imbattersi in un leopardo è cosa rara. Spesso gli elefanti attraversano il fiume fino alle piccole isole che si trovano al suo interno dove l’erba è verde e rigogliosa tutto l’anno. Quasi alla fine del viaggio sulla via del ritorno, è stupefacente ammirare il sole che scompare all’orizzonte quando i suoi ultimi  raggi  colorano il fiume  e le sue rive di arancione, con gli enormi elefanti che fanno da cornice sullo sfondo. Durante  2 game drive nell’ area di Serondela ( prenotati tramite il lodge), uno al mattino presto e l’altro nel pomeriggio, per lo più abbiamo percorso le piste che costeggiano il fiume, e dove tra giraffe, elefanti, babbuini, antilopi, ippopotami e….con un po’ di fortuna anche leoni, non ci si stanca proprio mai.

Tramonto lungo il fiume con elefanti sullo sfondo

Kasane è anche il punto di partenza per visitare le altre aree del Parco, senza dubbio molto più selvagge che il lungofiume di Chobe. Durante il mio viaggio ho trascorso 3 giorni attraverso il Parco, dormendo in tenda a Mwandi view e Savuti, lasciando il Parco attraverso l’ingresso sud, il Mababe gate , lungo il percorso che collega il Parco Chobe con la Riserva di Moremi. Il mio viagggio è poi continuato con l’esplorazione della selvaggia Riserva di Moremi e delle sue ampie savane.

Giraffe durante un game drive

Informazioni

Come arrivare: Kasane dista solo pochi chilometri dal confine con lo Zambia e lo Zimbabwe, quindi gli aeroporti internazionali  più vicini e serviti sono Livingston (Zambia) o Victoria falls town (Zimbabwe). Kasane ha il suo aeroporto ma ho trovato un solo volo al giorno da Jo’burg. Di solito tutti i tour del Botswana iniziano con la visita delle maestose Cascate Vittoria, una delle attrazioni principali di tutta la parte sud dell’Africa. Senza dubbio la scelta migliore è quella di prenotare il viaggio con un tour operator perché di solito utilizzano veicoli aperti 4×4 e gli autisti conoscono ogni angolo dei Parchi ed hanno anche un’ottima conoscenza della fauna selvatica. L’alternativa economica è quella di noleggiare un’ auto nella vicina Kasane e guidare attraverso il Chobe National Park. Ovviamente noleggiate una 4 × 4 ed è anche consigliabile avere una certa conoscenza di guida su piste fuoristrada.

Post sulle cascate vittoria: https://www.travelwithbrothers.com/it/zimbabwe-cascate-victoria/

Dove dormire: il modo migliore per godersi il Botswana e la sua natura selvaggia è con la propria tenda  per campeggiare nelle piccole aree attrezzate del parco che sono anche la scelta economica migliore. Ci sono solo alcuni campeggi nelle aree di Savuti, Linyanti e Ihaha, ma si trova anche qualche Lodge, ovviamente piu’ costoso. Date un’occhiata qui per farvi un’idea su campeggi e  Lodge: http://chobenationalpark.co.za/chobe-camping/

A Kasane c’è una vasta gamma di sistemazioni e di solito anche i lodge hanno una loro area attrezzata per il campeggio con tenda propria. Ho dormito al Chobe Safari Lodge con la mia tenda http://www.chobe-safari-lodge.net/.  Nei lodge si possono  prenotare la crociera sul fiume ed i safari all’interno dell’area del riverfront (circa 40 $ ciascuno). Nel caso abbiate affittato una bombola del gas per cucinare e vi serva una scorta di cibo per passare alcuni giorni nei campeggi del parco, troverete un grande supermercato a Kasane (vicino al Chobe Safari Lodge).

Enorme coccodrillo del nilo lungo le sponde del fiume

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *