La Riserva faunistica Moremi è situata a nord-est della città di Maun e copre circa 5000 kmq, comprendendo oltre il 40% del sito nella lista del patrimonio mondiale UNESCO del Delta dell’Okavango ed è stata la prima area del Botswana ad essere dichiarata riserva faunistica nel 1963. Il delta dell’Okavango è un ecosistema unico nel suo genere formato da lagune di ninfee, corsi d’acqua fiancheggiati da papiri, pianure alluvionali profonde, radure di boschi ombrosi e praterie ricche di savane.

Veduta aerea del Delta dell’Okavango

I diversi habitat all’interno della Riserva di Moremi comprendono anche la macchia semi-arida di albero di mopane nelle aree boscose più umide, alti alberi di mopane misti a boschi e vaste aree erbose  che garantiscono una varietà di selvaggina e avifauna. Il più importante dei vari componenti che distinguono la Riserva è Chief’s Island, un’enorme distesa di foresta e savana ricca di animali che si trova tra i fiumi Boro e Santantadibe a ovest. Questa isola è un’oasi incontaminata ed anche un paradiso per il birdwatching.

Elefanti che si rinfrescano in una grossa pozza d’acqua

La Riserva vanta i principali predatori come leoni, leopardi, macule e iene brune, ghepardi e il licaone, esemplare purtroppo in pericolo di estinzione. È sia una dimora permanente che stagionale per una grande varietà di fauna selvatica: elefanti, giraffe, bufali, ippopotami, gnu blu, sciacalli, impala, kudu, leechwe rosso, antilope nera, antilope roana, ippopotami, coccodrilli del Nilo e altre specie di antilopi fanno parte della popolazione residente e tutti amano fare un ”tuffo” nelle acque fresche del Moremi. La possibilità di vedere i “big five” è alta da quando il rinoceronte bianco è stato reintrodotto nella Riserva nella zona della Chief’s Island. Nella Riserva di Moremi vivono oltre 500 specie di uccelli tra cui l’airone bianco e la gru caruncolata.

Leopardo

Se state attraversando il Chobe National Park e prevedete di trascorrere alcuni giorni nella Riserva di Moremi, l’ingresso è quello Nord di Khwai. Se invece avete intenzione di visitare solamente la zona del lungofiume del Chobe nei dintorni di Kasane, allora percorrerete la strada asfaltata principale fino a Maun, la città-base per tutte le attività attraverso il delta dell’Okavango e la riserva di Moremi. Qui ci sono alcuni tour operator locali che organizzano safari giornalieri (il gate è quello sud di Maqwee a circa 100 km ), gite in motoscafo e crociera lungo gli stretti canali di papiro del Delta dell’Okavango ed anche piccole compagnie aeree che offrono voli scenici sopra il bellissimo Delta.

Giraffa con il suo cucciolo

Durante il mio viaggio in Botswana, dopo aver attraversato il Parco del Chobe, ho trascorso 3 giorni nella riserva Moremi e campeggiato nel Delta dell’Okavango a ” Xakanaka ” (ho anche fatto la crociera in barca lungo i canali del delta qui), una delle parti più belle e nel cuore della riserva di Moremi, ben nota per i suoi avvistamenti di animali,  ed nella zona chiamata ”third bridge”, una delle aree più ricche della Riserva, poi ho raggiunto Maun. Qui ho fatto il meraviglioso volo panoramico sul Delta dell’Okavango con la sua zona umida d’acqua dolce punteggiata da branchi di elefanti, bufali e zebre prima di proseguire con il mio tour e dirigermi verso l’incantevole zona arida e desertica chiamata ” Kubu Island”.

Campeggio a Xakanaka

Informazioni

Sitoweb: https://www.moremi.com/index.php

Quando andare: il periodo migliore è la stagione secca da giugno a settembre, quando le concentrazioni di animali sono al massimo, il clima è fresco e asciutto e il rischio di malaria basso.

Dove dormire: a Maun c’è una vasta gamma di alloggi e campeggi. Ho dormito con la mia tenda al Sedia Hotel (hanno camere, un ristorante e una grande area dove campeggiare). Il mio suggerimento è di scegliere un viaggio che prevede alcune notti in tenda per vivere un’esperienza reale e mozzafiato in mezzo alla natura selvaggia.

Compagnie aeree: ho fatto il volo panoramico che dura circa 45 minuti con la Delta Air (l’ufficio è proprio di fronte all’ingresso dell’aeroporto di Maun). Controlla il link https://www.okavangodelta.com/visit-the-okavango-delta/air-charter/

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *