Consigli pratici per organizzare un viaggio in Thailandia

La Thailandia è una delle mete più gettonate e attraenti di tutto il Sud-est asiatico, ed anche una delle nostre preferite. Questo fantastico Paese è un mix di spiritualità, storia, folclore, ospitalità, paesaggi mozzafiato e spiagge lunghissime bagnate da un mare cristallino dove rilassarsi al sole e dimenticare lo stress quotidiano. Con una industria del turismo ampiamente sviluppata, la Thailandia è un Paese semplicissimo da esplorare, i trasporti locali sono efficienti, le strutture alberghiere si trovano ovunque, il cibo è delizioso, ma soprattutto, il costo della vita è veramente basso e permette di pianificare un viaggio in totale economia.

Quando andare in Thailandia

La stagione migliore per visitare la Thailandia, in generale, va da novembre a febbraio, quando il clima è più fresco e secco. Questo breve periodo corrisponde all’alta stagione, in particolare i mesi di dicembre e gennaio, quando sopratutto americani, europei, e cinesi affollano il Paese e le sue splendide spiagge in cerca di sole e relax. Da marzo a giugno sono i mesi più caldi.  La stagione delle piogge va da giugno a ottobre, ma i mesi più piovosi sono settembre e ottobre. Abbiamo visitato la Thailandia 3 volte, la prima a Febbraio, trovando un clima perfetto, e le altre due volte ad Aprile, quando durante la giornata la temperatura iniziava ad essere un poco fastidiosa per le escursioni.

Come richiedere il visto

Non è necessario richiedere alcun visto turistico per soggiorni inferiori a 30 giorni. Una volta giunti all’aeroporto internazionale Suvarnabhumi di Bangkok (o qualsiasi altro aeroporto), al controllo di frontiera vi verrà applicato sul passaporto un timbro valido 30 giorni. Una volta sul posto, se poi deciderete di rimanere più a lungo, recatevi presso un ufficio immigrazione locale per ottenere un’ulteriore proroga di altri 30 giorni. Nel caso in cui sappiate già di rimanere oltre 30 giorni, conviene fare richiesta di visto turistico direttamente presso l’Ambasciata o Consolato Thailandese in Italia. Controllate sempre i requisiti di ingresso perché potrebbero cambiare in qualsiasi momento. 

Come raggiungere la Thailandia

L’aeroporto internazionale Suvarnabhumi (BKK) di Bangkok è uno dei più trafficati al mondo ed è ben collegato con qualsiasi Paese. La capitale della Thailandia è anche servita da un altro aeroporto,  il Don Mueang (DMK), principalmente servito dalle compagnie low-cost. Se trascorrerete esclusivamente un soggiorno al mare, ci sono collegamenti diretti anche con l’aeroporto internazionale di Phukhet e quello di Krabi. Per altre destinazioni, dovrete fare obbligatoriamente scalo a Bangkok e prendere un volo interno. Se il vostro volo interno sarà operativo dall’aeroporto Don Mueang, troverete una navetta gratuita all’uscita dell’aeroporto Suvarnabhumi.

Itinerario in Thailandia

Premesso che i collegamenti tra le varie città sono efficienti, la Thailandia è un Paese abbastanza vasto ed offre una moltitudine di bellissime attrazioni. In base alle vostre preferenze e ai giorni che avete a disposizione, potrete pianificare un bel itinerario. Le attrazioni principali sono Bangkok, Chang Mai, Chang Rai, il Triangolo d’Oro, Sukhothai, Ayuttaya, Kanchanaburi, e tutte le bellissime isole del Golfo del Siam e del Mare delle Andamane. In alcune di queste città si possono poi trascorrere diverse giornate per visitare anche le attrazioni delle vicinanze. Per esempio, da Bangkok si possono organizzare piacevoli escursioni giornaliere per visitare i mercati galleggianti, nell’area del Triangolo d’Oro si fanno trekking di più giorni per vedere le etnie locali, nella zona di Kanchanaburi si trova il bellissimo Parco delle Cascate Erawan, una volta sulle isole si possono organizzare moltissime escursioni in barca, e cosi’ via.  Insomma, potrete personalizzare l’itinerario in base alle vostre esigenze perchè avrete semplicemente l’imbarazzo della scelta.

I nostri itinerari in Thailandia: la prima volta che abbiamo visitato la Thailandia abbiamo esclusivamente dedicato il viaggio al relax, girovagando in alcune isole del Mare delle Andamane. Siamo partiti da Phukhet, poi le Isole Phi Phi ed infine Krabi. La seconda volta abbiamo fatto un giro completo, visitando Bangkok ed i mercati galleggianti (3 giorni), poi Kanchanaburi ed il Parco delle Cascate Erawan, Chang Mai, Chang Rai (con due giorni di trekking nel Triangolo d’Oro), Sukhothai e Ayutthaia. Siamo poi tornati a Bangkok e con un volo abbiamo raggiunto Krabi, poi l’isola di Ko Lanta e ancora Krabi per il volo di ritorno. La terza volta, nuovamente un bel soggiorno al mare tra Phukhet e le isole Phi Phi.

Per chi non avesse tempo di organizzare il viaggio o semplicemente preferisce affidarsi ad un tour operator, vi consigliamo vivamente Viaggi Avventure nel Mondo che offre fantastici viaggi in Thailandia (abbinati anche ad altri Paesi) a prezzi veramente economici.

thailandia
la bellissima Maya Bay a Phi Phi Leh

Come muoversi in Thailandia

I trasporti locali, come treni e bus, sono veramente efficienti e vi permetteranno di raggiungere la maggior parte delle destinazioni turistiche del Paese. A seconda della distanza tra le vostre destinazioni, potrete anche muovervi con un volo interno utilizzando una delle varie compagnie low-cost come Air Asia, Thai Lion Air o Nok Air.

Powered by 12Go system

Sistemazioni

La Thailandia offre veramente una vasta scelta di sistemazioni, da guest house economiche a hotel più costosi. In tutte le località turistiche avrete l’imbarazzo della scelta. Durante l’alta stagione, soprattutto i mesi di dicembre e gennaio, è consigliato prenotare con anticipo perchè il Paese è veramente invaso dai turisti.



Booking.com

Cucina Thailandese

La cucina Thaialndese è una delle più popolari al mondo e anche una delle nostre preferite. E’ un mix di differenti influenze culturali che variano da quella araba a soprattutto quella cinese. I piatti principali sono a base di riso, verdure e spezie, spesso anche  associati a gustosi frutti tropicali. Una cosa che non manca quasi mai in questi piatti è una nota piccante. Siamo assolutamente sicuri che questa deliziosa cucina vi sorprenderà fin dal primo assaggio! La Thailandia è anche famosa per lo street food, soprattutto Bangkok dove troverete quartieri stracolmi di bancarelle che cucinano specialità locali. Tra le molte, il nostro street food preferito è il Pad Thai Kung (spaghetti di riso con gamberi), il Khao Pad (riso fritto con gamberi e ananas), steaky rice con mango (“riso appiccicoso” con mango), il Khao Mun Gai (pollo al vapore con riso), Gai/Moo Bing (pollo/maiale alla griglia) , il Pad Krapao Moo (maiale con basilico). Un’altra specialità della cucina thailandese sono gli insetti fritti, in particolare vermi del bambù, ragni, larve della seta, formiche rosse, grilli, scarafaggi e scorpioni. Se siete coraggiosi o semplicemente curiosi di provare questo insolito cibo locale, una volta a Bangkok andate a Khao San Road, a Soi Cowboy (Sukhumvit), al mercato di Patpong, al mercato Pahurat, oppure al mercato Klong Toey o al molo di Phra Athit a Banglamphu.

Sim card locale e wifi

Anche se troverete la connessione wifi negli hotel, nei centri commerciali e in molti ristoranti, comprare una scheda Sim locale renderà il vostro soggiorno molto più semplice. Nella hall degli arrivi dell’aeroporto Suvarnabhumi (o in altri aeroporti), troverete gli stand dei tre principali fornitori: AIS, True e DTAC. Offrono tutti una connessione 4G che ha campo nella maggior parte delle aree del Paese e tutti hanno “SIM turistiche” prepagate con un pacchetto chiamate e dati. Nel caso, potrete ricaricare queste Sim card in qualsiasi supermercato 7 Eleven.

Corrente e tipi di spine

In Thailandia il voltaggio è 220 volt. E’ possibile trovare diversi tipi di prese come spine di tipo A negli edifici più vecchi, o di tipo C (a due pin tondi) che sono le più comuni e vanno bene per i nostri apparecchi elettronici. Per sicurezza, munitevi ugualmente di un adattatore universale prima di partire o acquistatelo una volta in aeroporto.

Cambio valuta e metodo di pagamento

La valuta locale è il Baht Thailandese (THB, ฿). 100 THB sono circa 3 euro (marzo 2021). Potete cambiare gli euro all’aeroporto o anche prelevare direttamente contante locale nei vari bancomat. Anche nelle nelle varie città troverete diversi cambia valuta – uno dei migliori è Super Rich Thailand. Il metodo di pagamento è principalmente in contanti. Alberghi, centri commerciali e molti ristoranti accettano comunque la carta di credito.

Sicurezza e salute del viaggiatore

In generale, la Thailandia è una destinazione sicura, ma, essendo anche molto turistica, fate attenzione soprattutto nel grandi città e nei luoghi più frequentati da stranieri ai piccoli furti, borseggi e altri episodi di microcriminalità.

La malaria e la febbre dengue sono malattie endemiche del Paese, cosi’ come altre malattie tropicali trasmesse dalla puntura della zanzara.  Cercate di adottare tutti gli accorgimenti necessari per evitare punture di questi insetti. Se avrete bisogno di cure mediche, non preoccupatevi. I servizi sanitari in Thailandia sono eccellenti, soprattutto nella capitale, dove ospedali e cliniche sono alla pari con gli standard occidentali. I migliori servizi sanitari sono forniti da cliniche e ospedali privati che vantano le migliori tecnologie, attrezzature ed hanno medici multilingue. Uno dei migliori ospedali di Bangkok è il Bumrungrad International Hospital.

Assicurazione di viaggio: vi raccomandiamo di stipulare un’assicurazione di viaggio, in particolare per coprire le spese mediche perché, in caso di necessità, potrebbero essere molto elevate. Noi ci affidiamo sempre a Worldnomad.com.

Importante: per avere informazioni dettagliate e aggiornate sulla sicurezza e situazione sanitaria della Thailandia, consultate sempre il sito ufficiale della Farnesina o contattate l’Ambasciata Italiana a Bangkok.

viaggiare sicuri

Write A Comment