Consigli pratici per organizzare un viaggio in Marocco

Il Marocco è un paese davvero fantastico con una varietà di paesaggi che spaziano dalle montagne e oasi dell’Atlante, alle alte dune dorate del deserto, dalle lunghe spiagge della costa atlantica alle coste mediterranee scoscese, dalle città costiere fortificate con testimonianze del passato coloniale portoghese alle aride valli dell’interno dove si trovano piccoli villaggi fortificati veramente pittoreschi costruiti con case di argilla. Il Marocco è anche conosciuto per le magnifiche Fès, Rabat, Meknes e Marrakech, città imperiali le loro medina ricche di storia e patrimonio protetto dall’UNESCO. Per gli amanti delle tradizioni, la cultura marocchina offre una varietà e una ricchezza incredibile. In alcuni periodi dell’anno si può assistere ai numerosi eventi culturali e musicali tra i quali il famoso Gnaoua Festival a Essaouira ed il Festival della Musica Sacra nella Medina di Fès.

Marocco

Quando andare in Marocco

Il Marocco è un Paese che può essere visitato tutto l’anno, ma le stagioni migliori sono la primavera e l’autunno per evitare il caldo intenso dell’estate che a volte rende faticosa la visita delle attrazioni, soprattutto nelle ore centrali della giornata. Abbiamo visitato il Marocco due volte, la prima a settembre (faceva ancora troppo caldo) e la seconda a dicembre, trovando temperature diurne gradevoli (soprattutto al sud) e notturne più fresche. Nelle zone di montagna, durante la stagione invernale il clima è decisamente più freddo, soprattutto non appena tramonta il sole.

Come ottenere il visto d’ingresso

Il visto per turismo non è necessario per soggiorni inferiori a 3 mesi. Una volta raggiunto uno degli aeroporti internazionali del Paese, vi verrà apposto un timbro sul passaporto che deve avere validità residua di almeno sei mesi. Controllate sempre il sito ufficiale del Governo Marocchino perchè i requisiti di ingresso possono essere soggetti a cambiamenti.

Come raggiungere il Marocco

Il principale aeroporto internazionale del Marocco è quello di Casablanca, ma alcune compagnie low cost volano direttamente a Fes e Marrakech dall’Italia, quindi è facile trovare ottime offerte per trascorrere lì un fine settimana. Solitamente, i tour classici del paese iniziano proprio da Casablanca e procedono in senso orario, lasciando come ultima tappa la splendida Marrakech e la costa atlantica. Se deciderete di affidarvi ad un tour operator, vi consigliamo Viaggi Avventure nel Mondo che offre diverse opzioni per visitare il Marocco e le sue attrazioni a prezzi davvero economici.

Aeroporto di Casablanca: L’aeroporto internazionale Muhammad V (CMN) si trova a circa 30 km da Casablanca. E’ composto da due terminal principali: il Terminal 1 ospita voli nazionali e internazionali, il Terminal 2 esclusivamente i voli internazionali.

Come raggiungere il centro città: i mezzi di trasporto disponibili sono il treno (dal terminal 1), il bus CTM ed il taxi. In alternativa, potete prenotare un trasferimento privato con la compagnia Navette Casablanca, la piattaforma Viator.com oppure con Rentalcars.com. Nella hall degli arrivi troverete anche i desk di diverse compagnie di noleggio. Se il vostro volo arriva in un altro aeroporto, troverete sempre a disposizione i taxi ed il transferimento privato con Navette Casablanca.


Itinerario in Marocco

Il tour classico del Marocco parte da Casablanca e tocca le città imperiali di Rabat, Fès, Meknes e Marrakech, la città di Ouarzazate con la visita del famosissimo ksar di Ait Ben Haddou, una giornata dedicata all’escursione nel deserto Erg Chebbi per trascorrere una notte circondati da alte dune dorate. A seconda dei giorni a disposizione, si possono inserire altre interessanti attrazioni come la città blu di Chefchaouen, le Gole del Todra, la valle del Draa con le sue antiche kasba e ksar, Essaouira e la costa atlantica. Il tempo ideale per godersi con calma questo fantastico Paese è di 12-14 giorni, mentre con a disposizione una sola settimana, dovrete fare delle scelte.

Se siete già stati in Marocco, potrete concentrarvi sulle affascinanti città della costa mediterranea nel nord del paese, provare un’avventura in 4×4 per esplorare l’Erg Chegada o ancora la bella e selvaggia costa atlantica nel sud con gli affascinanti villaggi di pescatori e le lunghe spiagge incontaminate oppure un trekking di più giorni nell’Alto Atlante alla scoperta della catena più elevata delle tre dorsali che compongono il sistema montuoso del Marocco.

Morocco, the high dunes in the Erg Chebbi desert

Come muoversi in Marocco

I mezzi di trasporto di certo non mancano. L’itinerario può essere pianificato usando i treni, i bus e, in caso, anche voli interni. Una volta raggiunte le principali città, vi potrete muovere con i taxi ed organizzare le escursioni anche tramite la vostra sistemazione o alcune agenzie locali. Tuttavia, se il tempo che avete a disposizione non è molto, oppure l’itinerario che avete scelto non tocca le principali attrazioni del giro classico, la scelta migliore è noleggiare un veicolo o affidarsi ad un tour operator. Potete usare il motore di ricerca di Omio.com cliccando direttamente sul banner qui sotto per cercare i vostri mezzi di trasporto.

Sistemazioni

Il Marocco è un Paese molto turistico, perciò troverete sempre un’ampia scelta di alloggi per tutte le tasche e necessità. Le sistemazioni più economiche sono spesso gli affascinanti Riad o i Dar. Il Riad è una tipica casa tradizionale con un bellissimo giardino interno spesso abbellito con una fontana, tappeti e piante grasse; il Dar è tipicamente una casa più piccola che di solito non ha giardino interno o il multi-piano come un riad. Solitamente, la zona migliore dove trovare una sistemazione è nelle vicinanze della medina, cuore della città e dove si trovano concentrate le maggiori attrazioni.



Booking.com

Cucina locale e ristoranti

La cucina marocchina mette in risalto il ricco patrimonio culturale del paese e racchiude piatti di origine berbera, araba, ebrea, andalusa, africana e maghrebina, rendendola una delle cucine internazionali più importanti.

Il piatto principale che non manca mai nelle case marocchine è il couscous, accompagnato da verdure o carne.Altri piatti tipici sono il tagine (tradizionale stufato di verdure e carne), il pollo con limone ed olive, l’agnello con le prugne, il kefta  (carne macinata o agnello con cumino, paprika ed erbe aromatiche), il Rfissa (pollo in umido e lenticchie profumate con fieno greco, zafferano e ras el hanout), lo Zaalouk (melanzane fritte e grigliate, oltre ai due tipi di peperone, piccante e dolce), l’Harira (zuppa a base di diversi ingredienti come vegetali e legumi), e ovviamente una grande varietà di kebab. Nelle città costiere troverete un’ottima scelta di piatti a base di pesce fresco, crostacei e frutti di mare. Da non perdere anche la grande varietà di dolci e pasticcini tipici del Marocco. Se siete amanti delle tradizioni culinarie, a Fès potrete partecipare a corsi di cucina organizzati dalla Fez Cooking School.

In tutte le città si trovano ristoranti per tutte le tasche,  a partire dalle bancarelle e negozietti che cucinano street food a ristoranti più eleganti. La zona della città dove provare i tipici piatti della cultura e tradizione locale è senza dubbio la medina.

Marocco

Quanto costa un viaggio in Marocco?

La spesa per un viaggio in Marocco è abbastanza contenuto dato che il costo della vita è abbastanza basso. Il volo per Casablanca costa all’incirca 300 euro. Per alcune città come Fès e Marrrakech, si trovano anche voli con compagnie low cost da alcuni aeroporti. Le sistemazioni sono molto economiche con costi medi a partire da 20 euro per una doppia. Anche i ristoranti locali offrono ottimi piatti tradizionali per pochi dirham. Le visite guidate o escursioni variano a seconda di quello che vorrete fare. Per avere un’idea dei costi, potete cercare le varie attività con la piattaforma web Viator.com. La spesa maggiore sarà il noleggio del veicolo con autista tramite il tour operator se non farete uso dei mezzi locali. In generale, il costo totale per un tour classico di 10 giorni si aggira intorno ai 1000 euro a persona, per 15 giorni circa 1400. Se userete i trasporti locali, i costi si ridurranno.



Cambio valuta e metodo di pagamento

La valuta locale è il dirham marocchino (MAD). 10 Mad equivalgono a circa 1 Euro (luglio 2021). Nelle maggiori città si trovano negozi di cambio, altrimenti potrete recarvi direttamente in banca. In aeroporto cambiate solo lo stretto necessario perchè il tasso non è molto favorevole. Troverete anche diversi bancomat per prelevare e molte sistemazioni e ristoranti accettano le carte di credito. Il contante è ampiamente utilizzato ed è il metodo di pagamento preferito e molto spesso l’unico, soprattutto nei negozietti e bancarelle dei mercati.

Sim card locali e wifi

Anche se troverete Wi-Fi negli hotel e in molti bar e ristoranti, comprare una carta SIM marocchina renderà il vostro viaggio molto più semplice. Soprattutto sarete in grado di utilizzare google maps per orientarvi nele città. In aeroporto troverete gli stand dei principali provider Maroc Telecom e Orange che offrono un pacchetto di chiamate più dati. Potete anche acquistare la scheda SIM anche in una qualsiasi tabaccheria delle città. Noi abbiamo acquistato una scheda SIM della Maroc Telecom (ottima copertura per tutto il Marocco) per 50 MAD (circa 5 euro) con 5 GB di dati e valida per 1 mese.

Sicurezza e salute del viaggiatore

In generale, il Marocco è una meta sicura. Abbiamo trovato persone molto accoglienti e non abbiamo notato alcuna situazione di pericolo. In ogni caso, non lasciate incustoditi zaini o fotocamere, soprattutto quando visitate le Medina delle città perché sono estremamente affollatate e caotiche. I venditori non sono invadenti e fastidiosi tranne che a Marrakech dovee faranno di tutto per spillarvi soldi. Probabilmente, Marrakech è anche la città dove bisogna tenere maggiormente gli occhi aperti. La religione ufficiale del Marocco è l’Islam e, anche se i locali sono accoglienti e abituati a vedere migliaia e migliaia di turisti ogni giorno, è sempre consigliato vestirsi nel rispetto delle usanze locali. Per le donne, in particolare, sarebbe consigliabile coprire le ginocchia e le spalle per non attirare attenzioni indesiderate o causare offese, soprattutto quando si visitano luoghi religiosi come le scuole coraniche.                                        Ricordate che le condizioni di sicurezza cambiano ogni giorno in tutto il mondo; fate sempre le vostre ricerche prima di partire attraverso i siti ufficiali e contattate l’ambasciata italiana in Marocco.  Consultate il sito della Farnesina – viaggiare sicuri.it – e registratevi sul portale “Dove siamo nel mondo“.

Non ci sono reali minacce per la salute in Marocco e la situazione sanitaria è, nel complesso, soddisfacente. L’unica precauzione che dovete prendere è bere solamente acqua in bottiglia ed evitare il ghiaccio nelle bevande per prevenire disturbi gastrointestinali spesso accompagnati da diarrea e febbre. Nonostante tutto, i servizi sanitari / gli ospedali pubblici non sono del tutto alla pari con gli standard occidentali e se avrete bisogno di cure mediche, è meglio rivolgersi a un ospedale / clinica privata. Consultate sempre uno specialista in medicina di viaggio o il vostro medico per valutare i rischi sanitari legati al viaggio e avere informazioni per garantire la propria salute e sicurezza.

Assicurazione di viaggio

E’ altamente raccomandabile stipulare sempre un’assicurazione di viaggio che copra qualsiasi inconveniente possa capitare, anche se il vostro soggiorno è di soli pochi giorni. Soprattutto per coprire le spese mediche perché, in caso di bisogno, potrebbero essere molto alte. Solitamente, stipuliamo la nostra assicurazione di viaggio con Worldnomad.com, compagnia affidabile che permette di fare l’assicurazione anche quando si è già partiti. Per un preventivo basta cliccare sull’immagine “Get a quote” qui sotto e inserire le informazioni necessarie.


marocco

Write A Comment